AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 12 novembre, quando lascerà  il posto al numero 295. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi : AMICI ANIMALI - L'uomo è un animale addomesticato che per secoli ha comandato sugli altri animali con la frode, la violenza e la crudeltà (C. Chaplin) - Nella pacatezza dello sguardo degli animali parla ancora la saggezza della natura (A. Schopenhauer) - la crudeltà  verso gli animali è tirocinio della crudeltà  verso gli uomini (P.O.Nasone) - L'uomo ha grande discorso del quale la più parte è vano e falso, li animali l'hanno piccolo ma utile e vero (L. da Vinci) - Verrà  il tempo in cui l'uomo non dovrà  più uccidere per mangiare ed anche l'uccisione di un solo animale sarà considerato un delitto (L. da Vinci) - Di tutti i crimini che l'uomo commette contro Dio e il Creato il più criminale è la vivisezione (Gandhi) -

Rubrica: Fotografia

Cercando di farla franca, può costare salato

Ladri di Fotografie

di Guido Alberto Rossi

Ladri di Fotografie

Esistono tre tipi di ladri di fotografie: il 40% sono quelli asini che lavorano nel settore e non conoscono le leggi basi del diritto d’autore e ignorano che un fotografo professionista mangia con il frutto delle sue immagini. Il 55% sono quelli che sanno come stanno le cose, ma “rubano” le foto nella speranza di non essere presi e quindi di risparmiare. Il 5% sono i Non So, quelli che sono convinti che il lavoro altrui sia anticostituzionale e quindi ne va della loro libertà, questi in genere appartengono anche alle tribù dei no-vax, Qnon, terrapiattisti etc.

Leggi tutto

Robert De Niro Siciliano

Insegnai a parlare e a muoversi da siciliano per il Padrino II

di Santi Visalli

Robert De Niro Siciliano

Fra tutti gli ascoltatori c’era Robert De Niro, un giovane attore agli albori della sua carriera. Timido, però molto determinato. Aveva in questo film una particina da giovane ciclista italiano che cercavano far sposare alla figlia del Clan Leigh Taylor Young. Su questo set De Niro non mi chiese mai nulla. Era sempre rispettoso e mi chiamava Mr. Visalli.

Leggi tutto

Ostuni (Brindisi)

Itaca sempre

Il tema della mostra fotografica di Marcello Carrozzo
sono i migranti del Mediterraneo e i tanti emarginati

Itaca sempre

Per Marcello Carrozzo fotografare è una cosa seria: ogni scatto è pensato, ogni lacrima, ogni gesto, ogni istante è vissuto e fissato prima sulla pelle e poi sulla pellicola. Bando alle foto paesaggistiche, bando ai virtuosismi tecnici: è la fragilità della condizione umana l’oggetto privilegiato della “fotografia sociale” del maestro, una fotografia povera di zoom e visioni aeree, pregna di senso e sentimento.

Leggi tutto

La Cina di Maurizio Trifilidis

La Cina di Maurizio Trifilidis

Il Guizhou è una regione rurale, dove tuttora l’agricoltura costituisce la base essenziale dell’economia locale. Una regione che vede la presenza di molti piccoli villaggi le cui tradizioni e abitudini stanno si cambiando ma più lentamente rispetto ad altre parti del paese; villaggi con una popolazione media anziana, perché anche qui i giovani, come succede in tutto il mondo, preferiscono trasferirsi nelle grandi città, alla ricerca di modernità e di lavori diversi da quello nei campi.

Leggi tutto

Museo Nazionale Romano - Palazzo Altemps

Statuae Vivae

di Sergio Visciano a cura di Paola Riccardi

Statuae Vivae

“... Il progetto è nato per promuovere il patrimonio archeologico attraverso il linguaggio universale della fotografia. Inoltre, il legame tra le opere e le immagini consente di rafforzare la relazione che esiste tra il Museo, il territorio in cui si inserisce e la creatività contemporanea. La mostra trova, quindi, nella sede di Palazzo Altemps la cornice ideale per un racconto visivo dedicato alla scultura antica, ponendosi in costante dialogo con le opere delle collezioni nobiliari qui conservate”.

Leggi tutto

Viva i Taxi

di Guido Alberto Rossi

Viva i Taxi

Noi (fotografi) dipendiamo dai taxi, credo che tutti i miei colleghi siano d’accordo sull’importante ruolo svolto dai taxi e anche degli autisti di limousine, di auto fuori strada e dei guidatori di tuk-tuk e rickshaw, nello svolgimento della nostra professione.
Personalmente ho scattato più foto belle grazie a tutti questi autisti che usando il cavalletto.
Senza i taxi ai tempi della pellicola sarebbe stato impossibile fare le riviste illustrate, era uso comune che le redazioni chiamassero i fotografi e le agenzie e ordinavano delle foto, come oggi facciamo con le pizze a domicilio.

Leggi tutto

Come scegliere tra una vasta gamma sempre più ricca tecnologicamente

La macchina fotografica

di Guido Alberto Rossi

La macchina fotografica

Direi che il primo punto da stabilire è il budget, parola odiosa ma sempre al primo posto in quasi tutte le nostre scelte di vita. Stabilito quanti euro si possono spendere la scelta può essere per un paio di marche fino a qualche decina di altre marche e modelli, man mano che il budget si restringe.

Leggi tutto

Un piccolo segreto chiamato carburator

La Tanzania e l'elica

di Guido Alberto Rossi

La Tanzania e l'elica

La Tanzania è un paese grande tre volte l’Italia con magnifiche bellezze naturali, vulcani estinti, montagne, tanti fiumi e laghi, tra cui il Lago Vittoria e coste con spiagge infinite bagnate dall’Oceano Indiano.
Uno di questi vulcani è il Kilimanjaro che si trova a Nord Est sul confine con il Kenya e proprio qui a 5.895 mt di quota mi capita uno dei maggiori spaventoni della mia vita. Abbiate pazienza ve lo racconto alla fine, del resto tutte le storie iniziano dall’inizio.

Leggi tutto

Quando c'erano i rullini : una mostra un libro

Pazzi per la fotografia

di Angelo Paionni

Pazzi per la fotografia

Ce n’ era una in ogni numero: le immagini erano molto divertenti e giocavano sui doppi sensi ...Ci ho preso gusto, ho raccolto tutte le vignette che ho trovato e da lì mi è venuta l’idea di esporle al pubblico. Chissà quanti avrebbero con piacere le sensazioni che stavo provando io stesso, e il gusto delle antiche passioni, in realtà mai sopite, ma solo trasformate dall’innovazione tecnologica.Il passo successivo è stato quello di chiamare Lucio Trojano, con il quale ero rimasto sporadicamente in contatto. Inutile dire che l’idea gli era subito piaciuta.

Leggi tutto

Dal dagherrotipo ad oggi : evoluzione, involuzione

Photoshop

di Guido Alberto Rossi

Photoshop

Secondo me Photoshop è un po' come una pistola, se usata per difenderti da orde selvagge è positiva, se invece viene usata per una rapina nei tuoi confronti è negativa... Molte grandi agenzie hanno immediatamente detto di amare i loro fotografi, sposando così lo slogan delle multinazionali degli hamburger che dicono di amare i loro vitelli.

Leggi tutto

Omaggio a Louis Daguerre, Francois Arago, Korske Ara

L'ottava arte

di

Eva Mari

L'ottava arte

L’istituzione “World Photography Day” è sorta grazie al fotografo australiano Korske Ara che nel 2010 realizzò una galleria globale di fotografie online. E è doveroso ricordare che il 19 agosto del 1839 – a due anni di distanza dall’esperimento di Louis Daguerre – il fisico Francois Arago presentò all’Accademia delle scienze e delle Arti Visive a Parigi il dagherrotipo, il primo metodo fotografico per lo sviluppo di immagini che cambiò il nostro modo di vedere il mondo.

Leggi tutto

Milano - Palazzo Reale

Scolpite

Riflessioni fotografiche

intorno alla statuaria femminile

Scolpite

Attraverso lo sguardo di 35 artiste dell’Associazione Donne Fotografe, la mostra Scolpite si propone di contribuire attivamente con il linguaggio fotografico alla creazione di una visione aperta e critica della figura della donna nell’immaginario collettivo e di stimolare una riflessione sulla presenza della donna nella statuaria e, in particolare, sulla sua assenza nella statuaria pubblica. “Le bellissime opere della mostra Scolpite - ha dichiarato Donatella Vergari, Presidente Terre des Hommesci - regalano una riflessione preziosa sulla rappresentazione delle donne negli spazi pubblici delle nostre città.

Leggi tutto

Milano - Palazzo Reale

Fotodinamismo di Rosetta Messori

Fotodinamismo di Rosetta Messori

Quello che mi attrae maggiormente di questa mirabile scultura è la raffigurazione dello stato intermedio tra la vita e la morte. Rappresentazione di quella che a seconda delle varie filosofie o religioni può anche essere definita come ‘transizione tra due stati mentali’ dove il moto può sostituire il tempo.

Leggi tutto

Appena a 16 miglia

dalle sponde dell'Europa

Lesbo, Vite Sospese

Uso sociale della fotografia

di Marcello Carrozzo

Lesbo, Vite Sospese

Da Bodrum, estremo lembo della Turchia non occorre il cannocchiale per vedere Skala Sikamineas, sull’isola di Lesbo, terra di frontiera Europea...
Ma quel tratto di mare é attraversato da correnti fortissime difficili da navigare. La morte è in agguato. Migliaia di vittime. Solo nel 2016 1.400 morti. Una strage continua.
I fortunati che riescono a raggiungere la costa vengono soccorsi dai volontari delle Organizzazioni Umanitarie.

Leggi tutto

Foto, carta e benzina

di Guido Alberto Rossi

Foto, carta e benzina

Mentre da noi in aria il cielo è blu dipinto di blu, a terra nella maggior parte degli aeroporti è bianco e nero, scritto in piccoli caratteri con tanti timbri multiformi ed un mix di enti che mangiano tutta questa burocrazia e non si parlano tra loro.

Leggi tutto

Due incontri da non dimenticare

Michele Sindona

di

Santi Visalli

Michele Sindona

Ed allora mi prendo un pò di tempo prima di rispondere facendo Origami. Prima da giovane li facevo con le banconote, come vede oggi uso la carta patinata che costa molto meno della moneta cartacea.
Sindona era molto alto per un siciliano, aveva la fronte larga e gli occhi penetranti.

Leggi tutto

La fortuna del fotografo

di Guido Alberto Rossi

La fortuna del fotografo

La Dea Fortuna popolarmente è raffigurata come una bella signora bendata che non guarda in faccia a nessuno e dispensa favori, situazioni positive etc. insomma, fa in modo che la vita qualche volta sia più facile. Penso che questa simpatica Dea abbia una sorella che si occupa esclusivamente dei fotografi, perché è una categoria che senza poca o tanta fortuna non batterebbe chiodo e quindi senza un preciso aiuto divino sarebbe una categoria di professionisti sfortunatissimi che in alcuni paesi verrebbero relegati nella categoria degli intoccabili e una volta morti si reincarnerebbero in ragni o qualche altro orribile essere vivente.

Leggi tutto

...e ho fatto il fotografo

di Guido Alberto Rossi

...e ho fatto il fotografo

...e come per magia mi trovai in mano un Press Pass per i box del Gran Premio di formula uno di Monza. Pura magia...era la mia grande occasione e scattai come un matto tutti i piloti e tutte le macchine, una per forza doveva vincere. Vinse Ludovico Scarfiotti su Ferrari e Alberto mi comprò il mio primo reportage che fu pubblicato anche con tanto di copertina. Da quel giorno la collaborazione con lo Sport Illustrato divenne più importante del Liceo linguistico.

Leggi tutto

Avventura a Linosa

di Luigi Nifosì

Avventura a Linosa

Questa storia semplice rappresenta una sorta di paradigma delle tante esperienze vissute durante il mio girovagare per il continente Sicilia. In questo caso, mi trovavo proprio sull'isola-scoglio per eccellenza, per realizzare le foto a corredo degli scritti di Vincenzo Consolo, Antonino Buttitta, Sebastiano Tusa e altre penne, dotte, siciliane, per un libro...

Leggi tutto

Due episodi da non dimenticare

Storie di mafia

di
Santi Visalli

Storie di mafia

Erano le 2 del mattino quando incominciò a squillare il mio telefono: Pronto Visalli? - si sono io - "Qui la redazione dell'Europeo, il direttore Melega le vuole parlare - Me lo passi pure - pronto Visalli cosa fai, hai letto i giornali? - No non ancora, sono le due del mattino, stavo dormendo - ah scusa volevo dirti è morto Carlo Gambino il boss di tutti i boss. ci saranno i funerali e ci dovresti fare un servizio - ...

Leggi tutto

Ritorno a Saigon

di Guido Alberto Rossi

Ritorno a Saigon

L’idea ci sembrava ottima due fotografi italiani in giro per un paese in guerra sull’orlo del collasso, praticamente abbandonato dall’alleato principale. Non c’erano molte foto della vita civile del paese e non ci risultava qualcuno avesse fatto una cosa simile.

Leggi tutto

In volo sul Nepal

di Guido Alberto Rossi

In volo sul Nepal

Come ben sappiano ci sono giorni fortunati e giorni terribili dove non va niente per il verso giusto, iniziando dal mattino quando ti tagli facendoti la barba. Un imprecisato giorno dell’ottobre del 1994 è stata la giornata fortunata della signora Johnson, psicologa di Boston USA, fortunata al punto che grazie al fatto che passavo di lì per caso (nota frase) in elicottero, non è morta.

Leggi tutto

Io e lo shah di Persia

di Santi Visalli

Io e lo shah di Persia

Ricevetti un invito per andare a Teheran a fotografare l’intera famiglia Pahlavi, senza alcuna restrizione. E così nel Giugno del 1977 arrivai nella Capitale Persiana accolto come un grande VIP. Mi venne subito dato dall’ufficio stampa un itinerario, e poi mi accompagnarono in albergo da dove mi avrebbero preso l’indomani alle 10:00 in punto per accompagnarmi al Niavaran Palace, residenza della famiglia reale.

Leggi tutto

Le General Giap!?

di Guido Alberto Rossi

Le General Giap!?

Ero ad Hanoi insieme ad altri 69 fotografi da tutto il mondo, per realizzare il libro fotografico Passage to Vietnam edito da Millet-Smolan, uno di quei grandi e grossi libri da tavolo che avvalendosi di tanti bravi fotografi sguinzagliati in giro per il paese che scattavano foto come matti venivano poi messe tutte insieme e componevano dei libri unici ed interessanti che erano dei prodotti cartacei negli anni novanta, quando il mondo dell’editoria era ricco non solo di idee.

Leggi tutto

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.