AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi1 luglio, quando lascerà  il posto al numero 310. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più¹ importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Marino Pagano

Marino Pagano

mp

Di borgo in borgo

Dal Partenio

La catena del Partenio guarda Napoli ed ecco il vallo di Lauro

di Marino Pagano

Dal Partenio

Guai a chi osi parlare di paese fantasma per Carbonara. Questo è un vero parco archeologico e così merita di essere trattato, considerato, amato. Il paese fu abbandonato dopo il terremoto del 1930. Siamo in alta Irpinia, vicini anche alla bella Monteverde, con il suo castello e soprattutto con lo straordinario e grande Spettacolo dell’Acqua. Due posti che valgono una visita.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Castroregio

L’Albania calabrese tra natura, storia e folclore

di Marino Pagano

Castroregio

Esiste una Calabria “albanese”, una terra dove conoscere una cultura altra eppure italianissima ormai.
Siamo nell’alto cosentino, tra i primi paesi che si trovano scendendo dalla Basilicata di Policoro, Scanzano, Montalbano, Nova Siri.
Perché gli albanesi qui? Siamo nel 1400. Epoca in cui il patriota Giorgio Castriota Scanderbeg aveva sconfitto i turchi in casa propria.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Greci

Capitale italiana degli arbëreshë - Un fascino antico

di Marino Pagano

Greci

Un paese unico in tutta la Campania. Un’eccezionale tipicità territoriale di queste zone.
Parliamo di Greci, siamo già nella geograficamente e geologicamente pugliese valle del fiume Cervaro.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Molise piccolo e bello

Montagano

Fuori dalle rotte del turismo

di Marino Pagano

Montagano

Era ancora estate quando siamo stati a Montagano, a giugno e ad agosto. Il paesaggio – riscendendo verso altri paesi da noi tenuti a vista come cespugli di pietra e di case tra medi e grandi poggi- ti stordiva di luce. Montagano non ha un elenco di cose da farti conoscere, Montagano è un paese. Quando giungi in un paese non immediatamente turistico non chiederti mai cosa ci sia da vedere. In un paese si arriva, in un paese si cammina, si parla con qualcuno...

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Antiche pietre

Il fascino misterioso di Monteruga e San Crispieri, nel sud della Puglia,
tra chiese dirute e opifici abbandonati, in cui risuona l'eco di un passato fiorente

di Marino Pagano

Antiche pietre

... si parla, grazie al poeta Franco Arminio che ne ha fatto il suo dogma e la sua scelta di vita, della “paesologia”, una sorta di scienza in versi dell’opzione paese-borgo come prospettiva di crescita del Sud, fuori di ogni logica meramente turistica. Il paese come anima, nel senso di Pavese, non tanto e non solo come estetico bozzetto. E si parla da tempo anche di “abbandonologia”.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Chilometrica emozione

Due itinerari da gustare a piedi o in sella alla bici

di Marino Pagano

Chilometrica emozione

Il vero viaggio per sua natura è lento. Scorre piano e tenue come un’emozione leggera, da scoprire in un cammino con quiete e con soste. Eppure, inutile negarlo (o negarselo): spesso, proprio durante i nostri viaggi, siamo costretti ad andar di fretta o quantomeno siam presi dalla necessità di inserire più visite e posti possibili, dato il tempo non sempre fruibile come miniera a costante nostra disposizione.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Badolato

di Marino Pagano

Badolato

Ecco una storia che già da tempo ha catturato l’attenzione dei più illuminati tra visitatori, artisti e lettori. Siamo a Badolato, Calabria profonda, provincia di Catanzaro, da cui dista 53 km. Una realtà civica che viene da lontano, che però rischiava l’abbandono più completo e che ora, ripopolandosi, guarda al futuro con grande speranza.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Abita a Bosa

il sogno della terra e del mare sardo

di Marino Pagano

Abita a Bosa

In provincia di Oristano, Bosa è l’emblema di questa parte d’isola Ichnusa profonda, lembo di terra che davvero tanto racconta degli intrecci storico-culturali della regione come pure delle sue bellezze paesaggistiche, naturalistiche, faunistiche. Terra anche laboriosa e produttiva, con l’industria conciaria famosissima (consigliabile una visita al museo che racconta la storia di quest’arte) e caratterizzante il territorio.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Tra storia, cultura e paesaggio, l’anima “volitiva” del Sannio

da Montesarchio a Morcone

di Marino Pagano

da Montesarchio a Morcone

Il Sannio, ad esempio. Terra varia e singolare. Lo capisci amando quelle lande forse ancora poco sponsorizzate dal turismo di massa, un po’ come la vicina Irpinia. Del resto, Sanniti e Irpini sono parenti che più parenti non si può, con tutti i dilemmi storiografici e antropologici che ne conseguono: rapporto padre-figlio (i primi generano i secondi) o, per così dire, fratello-fratello (comune origine grazie agli antichi Sabini)?

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Camigliatello

Dai funghi alle patate, l’autunno delle sagre.

di Marino Pagano

Camigliatello

Verrebbe da definire il cammino calabrese silano un fiero percorso di lentezza. Infinita la rotta, attraverso boschi fitti che vorticosamente imbrigliano di luce l’occhio, non appena alzi al cielo la testa ammirando l’altezza di alberi, non a caso, noti come “i giganti” della Sila, che è anche il nome della riserva naturale che ospita i famosi pini larici ultracentenari, detti anche “giganti di Fallistro”, dal nome della località in cui hanno le radici.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Cairano in Irpinia

Il paese dei “coppoloni” dove, prima o poi, si deve tornare

di Marino Pagano

Cairano in Irpinia

-Cairano è un paese minuto, minuto. Nel territorio ad oriente dell’alta Irpinia, ti accoglie a braccia aperte, e, fuor d’ogni retorica da mero culto del bozzetto, l’impressione che ti trasmette è di nutrito abbandono, abitata solitudine, vissuto distacco. Gli evidenti contrasti per raffigurare le aperte contraddizioni in cui vivono e sopravvivono i paesi d’Appennino al Meridione.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Viaggio tra i borghi

Orsogna

L’ebbrezza di una sosta ad Orsogna, tra panorami incantati e pregiati vitigni

di Marino Pagano

Orsogna

C’è una regione che forse anche al sud conosciamo ancora poco; l’Abruzzo, terra dignitosa e lontana dai flussi turistici, che andrebbe esplorata meglio e di più. Abruzzo del sud, ai confini col Molise, ma con un’aria interna subito vicina, che già dice dell’Abruzzo vero. Distruzioni, tra terremoti e guerre, tante. Eppure Orsogna è qui. Perché è di questo piccolo centro della provincia di Chieti che vogliamo parlarvi.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

La fabbrica illuminata

Il borgo di Isili - dal romanzo alla realtà

di Marino Pagano

La fabbrica illuminata

Quasi tutte le case di Isili avevano un telaio e le ragazze, fin da piccole, imparavano a tessere. Il rame poi veniva anche commercializzato, esportando questa particolare creatività e capacità sarda. Eppure quello degli zingari-ramai è considerato il sistema linguistico più antico della Sardegna e tra i più datati del Mediterraneo, ancora oggi con curiose corrispondenze in Friuli e in Sicilia, ma anche in sparute zone della Calabria.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Il tempo dell'olio

Quando i frantoi erano grotte e a lavorare era la “ciurma”

di Marino Pagano

Il tempo dell'olio

Ecco allora i frantoi ipogei, sorta di città sotterranee e parallele, grotte naturali o scavate nella pietra per produrvi l’olio. Cominciando il viaggio salentino, vivi già quel candore del silenzio, soprattutto nella borghese Presicce, espressione del passaggio dalla vecchia aristocrazia alla borghesia economica. Anche a Specchia rimane intatta l’armonia esteriore delle forme.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Falerna e Enzo Siciliano

di Marino Pagano

Falerna e Enzo Siciliano

Iniziamo una sorta di “appuntamento aperiodico” tra borghi e letteratura, curiosità attorno ai piccoli centri del nostro Bel Paese spesso importanti per la narrativa d’autore o anche per la letteratura più sperimentale. Del resto, la letteratura, specie del ‘900, ha spesso ambientato le proprie prove d’autore nel profondo della provincia, non di rado intesa come fertile e assai felice campo d’azione e di ricerca di “materiale” per la narrazione.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Bosa: sogno tra terra e mare

Il centro, in provincia di Oristano, è l'emblema degli intrecci storico-culturali

della regione, come pure delle sue bellezze paesaggistiche e naturalistiche

di Marino Pagano

Bosa: sogno tra terra e mare

Bosa è l’emblema di questa parte d’isola Ichnusa profonda, lembo di terra che davvero tanto racconta degli intrecci storico-culturali della regione come pure delle sue bellezze paesaggistiche, naturalistiche, faunistiche. Terra anche laboriosa e produttiva, con l’industria conciaria famosissima (consigliabile una visita al museo che racconta la storia di quest’arte) e caratterizzante il territorio.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Borghi di Lucania

Da Laurenzana a Brienza, passando da Savoia, "storie" di una regione in grado

di evocare suggestioni potenti col suo ricco patrimonio culturale e antropologico

di Marino Pagano

Borghi di Lucania

Il potentino è vastissimo e molto differente al suo interno. Una verità che va tutelata anche turisticamente, con un approccio fatto di cura, sguardi, sostenibilità, nessuna aggressione o invasione. Nella direzione di promuovere una conoscenza di tutti gli ambiti culturali, paesaggistici, geomorfologici e storici del vasto nucleo lucano, specie afferente alla provincia di Potenza, costituita da ben 100 comuni, mentre 31 sono quelli materani.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Da Rotondella a Grumento Nova e Tolve

Tre borghi lucani

un itinerario tra bellezze naturali e storia antica,
nella Lucania meno nota ma forse più fascinosa

di Marino Pagano

Tre borghi lucani

Torniamo, ed è sempre un piacere, in Lucania, con uno dei nostri giri “oltre” Matera, convinti come siamo che questo piccolo ma variegato lembo di terra tanto abbia da offrire... Tre i paesini (coi rispettivi paesaggi) di cui vi parliamo oggi: Rotondella (provincia di Matera, appunto), Grumento Nova e Tolve (Potenza).

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Quei paesi da fiaba...

...lungo sua maestà l'Ofanto

di Marino Pagano

Quei paesi da fiaba...

Le zone di confine non sempre segnano passaggi e paesaggi diversi e tantomeno storie differenti, racconti, resoconti dell’umano. Prendi l’uomo appenninico. Egli ha la stessa tempra in qualsiasi Italia tu vada. È l’Italia che è spina dorsale di se stessa. È il Paese che si regge, talvolta tremando come capita anche ai forti.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Sammichele

Tra vocazione identitaria e turismo, Sammichele è uno degli esempi più

interessanti e integri di piccola comunità agricola nel vasto territorio barese

di Marino Pagano

Sammichele

E’ nato così il paese. Il fenomeno storico dell’incastellamento lo dice senza tema di smentita. I paesi appollaiati romanticamente sul poggio a favore di macchina fotografica? Non scherziamo. Più che l’estetica poté la politica, una qual certa difesa dei confini, anche perché la fotografia era ancora lì da venire.

Leggi tutto

Di borgo in borgo

Da Mesagne a Torchiarolo

un itinerario alla scoperta delle origini mitiche della Puglia,

tra storia, cultura e tradizioni che s'incontrano e si fondono

di Marino Pagano

Da Mesagne a Torchiarolo

Su questo territorio anche Villa Castelli, assai interessante a livello paesaggistico, poi Oria, non distante Cellino San Marco e così, ancora prima arrivando da Taranto, le piccole Montemesola, Monteiasi, Monteparano, Leporano, appunto tarantine. Qui c’è un centro importante, Mesagne, di cui parleremo con riferimento anche ad un’altra realtà del territorio, questa volta più verso la costa, Torchiarolo, con la sua area archeologica di Valesio.

Leggi tutto

Luoghi Emozione

Simeri

gemma silenziosa della Calabria bizantina

di Marino Pagano

Simeri

Camminando per le lunghe vie calabresi, talvolta antiche, apparentemente desolate e ricoperte di silenzio, silenzio pensoso, capita di lasciarsi affascinare dai dettagli nutriti di un carico entusiasmante di storia e di storie. La grande storia degli uomini e dei manufatti e le storie, anche quelle degli uomini, ma spesso tacitate e dunque meno note.

Leggi tutto

Luoghi Emozione

Acaya

Il borgo ideale costruito dall’ingegnere di Carlo V

di Marino Pagano

Acaya

Un borgo che è più che un borgo. Un sogno utopico e un’idea perfettamente rinascimentale, tra ingegno e cultura. È quel che si trova nel Salento di Vernole, nella frazione di Acaya, tra i più importanti esempi di realtà fortificata cinquecentesca.

Leggi tutto

Luoghi Emozione

Viggianello

La bellezza “imperfetta” della capitale arcaica del Pollino

di Marino Pagano

Viggianello

Un viaggio nel Pollino, tra Lucania e Calabria, deve necessariamente dimenticare le provenienze e abbracciare i luoghi eletti a dimora per qualche giorno distensivo. Non fuga, piuttosto riscoperta, immersione in luoghi d’incanto e riposo, certo, ma anche di necessario pensiero lento e tanta riflessione. Qui si arriva consci di una pausa. E così, camminando tra borghi, boschi e pini, ci si lascia felicemente accarezzare da un silenzio totalizzante.

Leggi tutto

Luoghi Emozione

Fascino sardo

Il mito della Sardegna nel “silenzio” dei suoi borghi

di Marino Pagano

Fascino sardo

Terre e distese infinite, spazi verdi, storie che vengono da lontano, borghi sperduti, un silenzio che ha il suo senso. Ma soprattutto un’antropologia che qui si denuda come poche terre permettono... fortissimo interesse archeologico, sia nella zona marina (siamo nella penisola del Sinis) sia al suo interno. Al museo sono visibili i famosi Giganti di Mont’e Prama, noti come la maggiore scoperta archeologica di fine XX secolo nel Mediterraneo.

Leggi tutto

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.