#131 - 15 giugno 2015
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterŕ  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 19 marzo, quando lascerŕ  il posto al numero 282. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, puň durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni piů importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchč" (Mark Twain) "L'istruzione č l'arma piů potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non č un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchč i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltŕ  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensě nella capacitŕ di assistere, accogliere, curare i piů deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltŕ  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo č un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminositŕ , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Pagine Preziose

A piedi tra le colline del Barbaresco, dell'Alta Langa e del Barolo

Scoprire le langhe

di Elio Sabena, Roberto Mantovani e Pietro Ramuno - Fausta editore

La nuova guida di Elio Sabena, Roberto Mantovani e Pietro Ramuno propone un trekking di 150 km nei paesaggi del vino piemontesi Patrimonio dell'umanità UNESCO. «Non c’è niente di più bello di una vigna ben zappata, ben legata, con le foglie giuste e quell’odore della terra cotta dal sole d’agosto. Una vigna ben lavorata è come un fisico sano, un corpo che vive, che ha il suo respiro e il suo sudore». Niente, meglio delle parole di Cesare Pavese tratte da "La luna e i falò", rende l’idea alla base del progetto "Scoprire le Langhe", la guida per turisti ed escursionisti nata grazie al progetto diStampatello, con il patrocinio della Città di Alba, la prefazione firmata da Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e le interviste a Kerin O’Keefe, italian editor della rivista “Wine Enthusiast” ed a Enrico Crippa, chef stellato del ristorante “Piazza Duomo” di Alba. Un percorso escursionistico in sette tappe: l’anello del “Bar to Bar” che parte da Alba e qui vi termina, dopo aver attraversato le Langhe dei vini Barbaresco e Barolo, passando per l’Alta Langa, dove a farla da padrone è la nocciola. A impreziosire il tutto, le oltre 200 strutture ricettive segnalate sulla guida, per fornire a chi voglia pernottare il quadro delle proposte sul territorio.

Scoprire le Langhe è un’avventura appassionante, che richiede tempo: le tradizioni, gli aspetti naturalistici, la storia, i lasciti artistici e letterari, oltre alle eccellenze enogastronomiche di Alba e dintorni. Una settimana, tuttavia, è sufficiente per coglierne almeno l’essenza, percorrendole a piedi, a passo lento. Partendo da Alba, le geometrie dei vigneti nella terre del Barbaresco lasciano il posto a noccioleti, prati e coltivi dell’Alta Langa, per poi tornare all’incantevole scenario di filari disegnati con la precisione di un orefice e pettinati con la cura di una madre amorevole, nella zona del Barolo.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit č realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessitŕ di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietŕ tra singoli e le comunitŕ, a tutte le attualitŕ... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicitŕ e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Blook , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.