#129 - 18 maggio 2015
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 aprile, quando lascerà il posto al numero 260. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all’infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perché" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perché i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Costume e Società

Sempre più giovanissimi in Italia, secondo l’Istituto superiore di sanità,
usano droghe e iniziano a bere: a 11 anni (contro la media europea di 13).

Studio del Ceis su Roma

IoAmoLaVita

Giovani - droghe - alcolici

di Giuseppe Cocco

IoAmoLaVitaIoAmoLaVitaIoAmoLaVita

Otto giovani romani su 10 fumano cannabis o altre droghe - è la fotografia scattata dal rapporto Ceis Don Picchi su un campione di 3 mila studenti delle scuole della Capitale, tra i 12 e i 18 anni -, il 75% ammette di far uso più o meno regolare di hashish o marijuana. Nove su dieci bevono nei week end (il 45% superalcolici).
Un modo per bruciare le tappe anche se poi non si riesce più a smettere. Adolescenti a rischio, un problema che richiede l'intervento di famiglie, servizi, istituzioni e scuola.

IoAmoLaVitaIoAmoLaVitaIoAmoLaVita

Un primo incontro sul problema si avrà Venerdì 22 Maggio presso la Sala Tirreno della Regione Lazio, titolo: IoAmoLaVita. Alcol e droga: non ti giocare il cervello; su iniziativa del Consigliere Regionale On.Michele Baldi, in collaborazione con la Fondazione Atena Onlus (Ricerca nel campo delle neuroscienze) presieduta dal neurochirurgo Prof.Giulio Maira.
All’evento, che avrà il comico Maurizio Battista come testimonial, parteciperanno 300 studenti, tra i 14 e i 18 anni, di sei scuole di Roma e provincia: l’Istituto Tecnico Industriale Statale G. Giorgi di Colle Aniene, il Liceo Classico e Linguistico Aristofane di Valle Melaina, l’Istituto Superiore Nicola Garrone di Albano Laziale, l’Istituto di Istruzione Superiore Paolo Baffi di Fiumicino, l’Istituto Statale per sordi A. Magarotto di Vicolo Casal Lumbroso, l’Istituto Paritario Visconti in Prati. La giornalista de Il Messaggero Carla Massi illustrerà il progetto. Sono 50.000 i ragazzi sotto i vent'anni che fanno uso di sostanze psicotrope senza conoscerne gli effetti, quasi 400.000 gli studenti che almeno una volta nella vita hanno utilizzato psicofarmaci senza prescrizione.

IoAmoLaVitaIoAmoLaVitaIoAmoLaVita

"Da padre, ancora prima che da politico, so che dire NO spesso ottiene l’effetto contrario – dichiara l’On. Michele Baldi - Questo incontro, che ho promosso come Regione Lazio, vuole essere invece un modo per dire Sì alla vita. E per dire Sì alla vita bisogna essere informati in modo serio e scientifico su ciò che può distruggere la vita.
Da un punto di vista medico ritengo il professor Giulio Maira una delle persone migliori per spiegare questo ai giovani. Ringrazio Maurizio Battista, un grande artista sempre sensibile per aver accettato di farci da testimonial”. Giulio Maira, Professore di neurochirurgia presso l’Humanitas di Milano e il Campus Biomedico di Roma, aggiunge: “Il nostro obiettivo è educare e informare i più giovani sui danni che l’abuso di droghe ed alcol provocano al cervello. In particolare, approfondiremo in modo scientifico i meccanismi attraverso i quali l’assunzione di alcol e droga alterano il funzionamento cerebrale causando danni anche irreversibili e inducendo comportamenti anomali e pericolosi. A causa della droga sono in aumento anche i casi di ictus sotto i 40 anni. Noi contiamo 200 casi di ictus ogni centomila abitanti, che tra i consumatori di sostanze stupefacenti salgono a 2.800 ogni centomila abitanti. Conseguenze che dobbiamo combattere con la massima decisione”.
Il convegno sarà ripreso per essere divulgato, attraverso appositi cd, nelle scuole della Regione Lazio. Per ulteriori informazioni: www.ioamolavita.org .
Ufficio stampa – Morena Mancinelli 06.65937979 - Francesca Filippi 06.45442785

IoAmoLaVitaIoAmoLaVitaIoAmoLaVita

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare)