#314 - 17 settembre 2022
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 03 febbraio, quando lascerà  il posto al numero 323. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Arte

Un'interessante mostra incentrata sui valori

Roma - Storica Galleria La Pigna

Lino Giuliani pittore

di Dante Fasciolo

Lino Giuliani pittore

Leonardo, nella mente e nel cuore…
e i pennelli scivolano puntuali,
e scrivono coi colori forme e pensieri…

Il viaggio di Lino Giuliani muove
con creativa e artistica magia
nel sogno, nel tempo, dentro l’uomo.

Il Corpo, il Lavoro, il Dramma, il Sacro
entrano nel racconto visivo
e schierano una scenografia d’incanto.

Lino Giuliani pittore

L’acerba mela verde è contrappunto
della melodia di un corpo nudo di donna,
lontana eco della Creazione Divina.

Lino Giuliani pittore

Troppo veloce il distacco dal bene,
la punizione sovrasta la trasgressione
e la vita diventa prigione di spine.

L’armonia del Giardino è negata
muta in forte impegno il rapporto che unisce
in un futuro di vita uomo e donna.

Lino Giuliani pittore

Ora è il lavoro chiamato a testimoniare
una tappa fondamentale da percorrere,
riscatto votato alla conquista della dignità sociale.

Lino Giuliani pittore

L’autore si appella al suo tempo:
Marcinelle, memoria del lavoro del dolore che unisce
la nostalgia del lavoro della gioia.

Una vorace bocca meccanica di un’antica trebbia
inghiotte covoni e restituisce sacchi di grano
In un’allegra giornata piena di senso di vita.

Lino Giuliani pittore

Ruote e cingoli ubbidiscono al motore,
il rumore sovrasta le voci gaudenti,
spighe e papaveri danzano spavaldi.

Lino Giuliani pittore

L’impegno del pittore bene esprime il rapporto
uomo e macchina, ingranaggio sensibile
che lenisce fatica e sudore.

Lino Giuliani pittore

L’ingranaggio dell’esistenza ruota implacabile,
inquina le città, le menti e le coscienze,
crea mostri al confine tra omicida irrealtà e follia.

Lino Giuliani pittore

Sui binari di morte stridono ruote di ferro
e grida e pianti e singhiozzi strozzati…
scheletri umani alimentano forni di odio.

Lino Giuliani pittore

Il dramma umano ha trascritto il conto
sul libro contabile della vita a perdere
e ha aggiunto chiodi e sangue alla Croce.

Urge Resurrezione,
il tempo reclama giustizia e amore,
non perdere un giorno… non aspettarne tre.

Lino Giuliani pittore

Il Pane della Vita si manifesta,
si libera dei chiodi, guarisce le ferite del corpo,
scende dalla sua Croce, subito.

Ora la morte è sconfitta, l’uomo torna libero,
la corona di spine e la veste del martirio
sono affidate alla custodia della Colomba della Pace.

Lino Giuliani pittore

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.