#307 - 21 maggio 2022
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi1 luglio, quando lascerà  il posto al numero 310. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più¹ importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Ambiente

L' ASviS Live dal titolo “Il futuro dell’Europa, del multilateralismo e della pace.
Guerra in Ucraina, crisi internazionale e prospettive dello sviluppo sostenibile”.

Torino - 23 maggio

Salone del Libro

Si terrà lunedì 23 maggio alle ore 13.15, presso il Salone del Libro di Torino e in diretta streaming sui canali dell'Alleanza, l'ASviS Live dal titolo “Il futuro dell’Europa, del multilateralismo e della pace. Guerra in Ucraina, crisi internazionale e prospettive dello sviluppo sostenibile”.
L'evento, che si configura come la terza tappa di avvicinamento alla sesta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile (4-20 ottobre), avrà l'obiettivo di approfondire il tema della risoluzione pacifica e costruttiva dei conflitti e di riflettere sul contesto internazionale nel quale l’Italia opera.

Salone del Libro

La guerra in Ucraina ha rappresentato una drammatica battuta di arresto per l’azione multilaterale mirata alla pace, alla cooperazione e allo sviluppo sostenibile. Ma questa terribile crisi offre la necessità e l’occasione per ripensare il ruolo dell’Onu e delle sue agenzie, il possibile significato della rinnovata intesa tra Paesi che condividono i valori democratici, ma anche il rapporto di questi Paesi con le autocrazie; la necessità di mantenere comunque una forte relazione con i Paesi emergenti e in via di sviluppo per intensificare la lotta alla crisi climatica e per gli altri Obiettivi dell’Agenda 2030. Senza dimenticare la configurazione e il posizionamento dell’Unione europea per proporsi con un ruolo adeguato nel quadro internazionale.

Salone del Libro

L’incontro intende offrire quindi una riflessione sulle sfide necessarie per proseguire comunque nell’impegno per uno sviluppo sostenibile e nell’attuazione dell’Agenda 2030 e per porre le premesse per la pace mondiale nonostante l’attuale drammatica situazione. Un'azione multilaterale mirata alla pace e al ripristino del primato assoluto dei diritti umani sulla forza, temi cruciali su cui già rifletteva un anno fa il Quaderno ASviS "Lettura ragionata dell'Enciclica Fratelli tutti alla luce del Goal 16" oggi estremamente attuali.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.