#306 - 7 maggio 2022
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 2 settembre, quando lascerà  il posto al numero 313. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Arte

Roma - Scholas e Ucai insieme
una mostra d'arte per l'Ucraina

Città del Vaticano - Palazzo San Calisto

Arte, per essere

di Dante Fasciolo

Arte, per essereArte, per essere

È l’arte, da sempre, il linguaggio dell’essere umano nella manifestazione delle sue contraddizioni più profonde, dei suoi pensieri più profondi, dei suoi sentimenti più alti, delle sue domande più originali. Il luogo della conoscenza di sé stesso e del salto nell’ignoto.

Arte, per essereArte, per essere

Le diverse esperienze di arte plastica mettono l’accento sul processo creativo e non sul risultato. Condividono la ricerca per la propria espressione, il proprio tratto, colore, composizione e racconto. La creatività come il risultato di vivere un’esperienza, un incontro.

Arte, per essereArte, per essere

Partendo da queste due affermazioni fondamentali, ascrivibili al Manifesto della Scholas Occurrentes, l'Ucai Nazionale ha inteso collaborare all'iniziativa promossa al fine di testimoniare con una azione concreta solidarietà al popolo ucraino sottoposto ad un'invasione sul proprio territorio da parte della federazione Russa.

Arte, per essereArte, per essere

Si è trattato di un appello ai pittori e agli scultori aderenti all'Unione Cattolica degli Artisti Italiani, i quali hanno risposto, numerosi, donando un proprio lavoro per un'asta il ricavato della quale è destinato alle esigenze di comunità ucraine in difficoltà.

Arte, per essereArte, per essere

Questa comunicazione è punteggiata da una serie, minima, delle riproduzioni delle opere esposte presso il Palazzo Vaticano di San Calisto in Roma, sede della Scholas, della cui vocazione è bene ricordare "Si tratta di educare. Un’educazione che ci apre verso l’ignoto, che ci porta a quel luogo dove anche le acque non sono state divise, e da lì sognare nuovi sentieri" - secondo le parole di Papa Francesco che questa Scholas ha voluto fin da quando era pastore d'Argentina - "Insegnare la fragilità dell’incontro con l’altro, con tutto ciò che è diverso e allora con se stessi. Con tutto ciò che essendo differente ci restituisce la capacità di sorprenderci. Ci apre al mistero della vita come dono, ci fa rinascere sempre; ancor prima della divisione dei discorsi, dei progetti e delle culture. Crediamo che così, solo dall’origine, si possano intravedere altri cammini… Nel silenzio in cui nasce la parola, una parola capace di configurare un nuovo mondo".

Arte, per essereArte, per essere

In questo senso, l'incontro tra Scholas e Ucai risponde all'intuizione che questo volere di Francesco è insegnare per la vita.

Arte, per essereArte, per essere

Un moto verso l'ascolto, la creazione, la celebrazione, capace di rispondere a l'unica domanda di valore: Chi sono?
Chi sono...nell'essere, nel fare, nell'avere.

Arte, per essereArte, per essere

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.