#288 - 19 giugno 2021
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Musica e Strumenti

In occasione dell'invenzione del sassofono:

28 giugno 1846

Il sassofono

Breve storia illustrata con i dipinti di Gianni Bergamelli

Un suono inimitabile che da sempre fa sognare milioni di persone in tutto il mondo: da quando è stato inventato il sassofono è diventato un must della musica, uno strumento insostituibile.
Come fare a dimenticare l’assolo di sax di “Baker street”, forse la canzone del ‘900 che ha contribuito di più a far apprezzare universalmente questo strumento?

Il sassofonoIl sassofonoIl sassofono

Ebbene, da poco il sassofono ha compiuto 180 anni: fu infatti Antoine-Joseph Sax, conosciuto come Adolphe, colui che lo inventò nel 1840 e lo brevettò poco dopo, il 22 giugno del 1846.
L’uomo, che veniva da una famiglia franco-belga che costruiva strumenti musicali in metallo, cercava un metodo per migliorare il timbro del clarinetto basso e così diede vita a quello che oggi è uno dei fiati più apprezzati dell’era moderna.

Il sassofonoIl sassofonoIl sassofono

Sax prese un’oficleide e cambiò il bocchino a tazza in ottone con uno ad ancia: in tal modo le vibrazioni della lamella di legno si trasmettevano alla colonna d’aria dello strumento e non più dalle labbra di chi lo suonava, facendone uscire il caratteristico suono.
E dire che all’inizio il sassofono fu accolto con molto sospetto perché proponeva suoni del tutto nuovi, soluzioni acustiche che all’epoca non furono capite.

Il sassofonoIl sassofonoIl sassofono

Adolphe Sax ottenne una cattedra di sax nel 1857 al conservatorio di Parigi e a poco a poco lo strumento si diffuse prima in Francia, poi nel mondo.
Adolphe Sax inventò anche il saxotromba e la saxtuba e può essere definito a pieno titolo il padre putativo del jazz e della musica contemporanea.
In vita però non ebbe fortuna e trascorse gli ultimi anni in assoluta povertà, riuscendo a diventare famoso solo dopo la sua morte, quando il suo sassofono venne utilizzato nelle orchestre, nella musica da camera e nelle bande militari.

Il sassofonoIl sassofonoIl sassofono

Quando poi il sax, negli Stati Uniti, divenne uno dei simboli della musica jazz il suo nome venne osannato e consegnato per sempre alla storia.

Il sassofonoIl sassofono

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.