#252 - 30 novembre 2019
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 aprile, quando lascerà il posto al numero 260. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all’infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perché" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perché i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Iniziative

2020: Anno Internazionale delle Lingue Indigene
Il contributo dei missionari comboniani allo studio e alla preservazione
delle lingue locali nella loro opera di annuncio del Vangelo

Roma - Lingue, Missione, Memoria

Una mostra bibliografica divisa in sei sezioni:
editoria storica, testi, foto, video che mostreremo nei numeri successivi
del giornale accompagnandola fino al suo termine di esposizione

Terza parte

Dagli Acioli ai Makua

Presentate attraverso testi di missionari e studiosi

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

Il popolo Acioli (chiamato anche Acholi) è una nazione Luo abitante del Sud Sudan Magwi Country e del NOrd Uganda (Un'area comunemente chiamata Acholilad), inclusi i distretti di Agago, Amuru, Gulu, Kitgumù, Nwoya, Lamwo e Pader.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

Circa 1.17 milioni di Acholi sono stati contati nel censimento dell'Uganda del 2002, e altri 45.000 vivevano in sud Sudan nel 2000. La lingua Acioli è una lingua nilotica occidentale, classificata come Luo (o Lwo). E' simile al lango, Alur e altre lingue Luo.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

I Lango sono un gruppo etnico Nilotico Luo dell'Uganda settentrionale. Fanno parte di un grande gruppo Luo in Sud Sudan che comprende gli Shilluk, Anuak, Pari, Acholi, Balanda Boor, Thuri, Maban e luwo, e quelli in Uganda che includono Alur, Acioli, Lango, Padhola e Joluo.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

I Lango sono juno dei più grandi gruppi etnici non bantu in Uganda. Gli abitanti vivono a nord del lago Kyoga e comprende i distretti di Amolatar, Alebtong, Apac, Dokolo, Kole, Lira, Oyam e Otuke. La popolazione è di circa 1.5 milioni di persone secondo il censimento del 20002.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

Gli Azande o Zande (al singolare, rispettivamente, asandè o sandè), soprannominati di spregiativamente gnam gnam (in francese niam - niam), sono un popolo dell’Africa centrale, che ammonta a circa 3.5 – 4 milioni di individui.
La maggior parte della popolazione vive nella parte settentrionale della Repubblica democratica del Congo, nel Sud occidentale, nel Sudan del Sud e nella Repubblica Centrafricana. o Gli Asandé congolesi vivono nella provincia orientale e gli Asandé sudanesi vivono nello Uele. Parlano una lingua della famiglia linguistica dei Niger-Congo, e in particolare del ramo Adamawa – Ubang.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

I Makua, noti anche come Makhuwa, sono un gruppo etnico dell’Africa sudorientale che si trova prevalentemente nel nord del Mozambico e nelle province di confine meridionale della Tanzania, come la regione di Mtwara.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

Sono il gruppo etnico più numeroso del Mozambico e si concentrano principalmente in una grande regione a nord del fiume Zambesi. Parlano varianti della lingua Makua, chiamata anche Emakua una lingua del gruppo Bantu. La popolazione totale dei Makua è stimata in circa 3,5 milioni,
Gli Tsonga (Watsonga) sono un gruppo etnico bantu originario principalmente del Sudafrica e del Mozambico meridionale. Parlano lo Xitsonga, una lingua bantu del sud che è strettamente legata alla lingua Nguni, e in particolare lo Swazi e l’isiZulu**.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

Gli Zulu e gli swazis sono i vicini originari del popolo Tsonga, da più di 1000 anni, quindi esistono somiglianze nelle lingue e nei cognomi. Il popolo Tsonga del Sudafrica ha una storia comune con il popolo Tsonga del Mozambico meridionale, ma differisce culturalmentee linguisticamente dal popolo Tonga dello Zambia e dello Zimbabwe.
In Sudafrica vivono 3.3 milioni di persone di lingua Tsonga nel censimento della popolazione del 2011, mentre in Mozambico abitano 4 milioni che parlano la lingua.

Dagli Acioli ai MakuaDagli Acioli ai Makua

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare)