#246 - 20 settembre 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Pagine Preziose

7 date di presentazione

Alpi tra clima e meteorologia

Alex Cittadella - coeditori Franco Angeli e Club Alpino Italiano

Alpi, clima, meteorologia. È da questi termini che bisogna partire per scoprire le relazioni tra ambiente alpino, uomo e variabili climatiche nel corso del tempo.
Questa è la premessa del volume “Breve storia delle Alpi tra clima e meteorologia” di Alex Cittadella, coedito da Franco Angeli e Club alpino italiano per la collana “Saggi sulla montagna”.
Gli argomenti affrontati non possono essere più attuali, visti i cambiamenti climatici, ormai sotto gli occhi di tutti, che stanno occupando sempre maggiore spazio sui mass media e nel dibattito pubblico.

Il libro di cittadella ha un arco cronologico di riferimento che va dal Medioevo alla Prima guerra mondiale (con accenni anche all'età antica) e intende fornire spunti mirati per un quadro d'insieme sull'emergere della questione climatica nel contesto alpino. Il tutto con l'ausilio di fotografie d'epoca del Museo Nazionale della Montagna e della Fondazione Angelini.
“Il Cai, che condivide e supporta la preoccupazione determinata dai cambiamenti climatici e mobilita le proprie strutture per un sempre maggiore impegno nella tutela dell'ambiente e quindi del clima, con questo volume intende contribuire a quella consapevolezza necessaria affinché il nostro futuro sia orientato nella migliore direzione”, scrive il Presidente generale Vincenzo Torti nella prefazione.
Una particolare attenzione viene riservata all'avvio delle osservazioni meteorologiche sistematiche, alla fondazione degli osservatori lungo tutto l'arco alpino e all'azione congiunta di enti nazionali (tra cui il Cai) e sovranazionali per lo studio del clima.

A dimostrazione delle parole di Torti, sono ben sette le presentazioni del volume organizzate dal CAI il prossimo autunno in varie regioni. Eccoli di seguito:

  • venerdì 20 settembre, alle 18.00 a Tolmezzo (locandina pubblicata qui a fianco)
  • domenica 22 settembre, Pordenonelegge (i dettagli a questo link)
  • sabato 28 settembre, h 16.00 a Verbania all'interno del Festival Letteraltura
  • venerdì 4 ottobre, h 20.30 a Gonars (UD), serata organizzata dal Comune di Gonars e dall'Associazione storica Stradalta.
  • martedì 29 ottobre ore 21 - Belluno (Anniversario della tempesta Vaia organizzato da “Oltre Le Vette”)
  • mercoledì 30 ottobre in mattinata - Falcade (BL), incontro con le scuole
  • sabato 16 novembre ore 21 - CAI Milano (Bookcity)
Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).