#237 - 22 marzo 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Cultura e Società

Sgarbi-Leonardo

di Roberto Bonsi

L'Italia intera, ed allargando i vasti orizzonti, anche le altre parti del globo terraqueo, sono pieni di ... capre, intese come ovini, ma anche e sopratutto, nel nostro scrivere, come persone prive di ... testa, o meglio di intelletto. Questo e' da un trentennio a questa parte, il ... focoso, iracondo ed anche un tantino irrispettoso, spesso giustificabile ma non sempre condivisibile intercalare del pur eccellente occhialuto professore delle belle arti, tal Vittorio Sgarbi da Ro Ferrarese, gran figlio delle ridenti padane e sempre culturalmente valide " terre bacchelliane ". (n.d.a.: da Riccardo Bacchelli, scrittore, poeta e drammaturgo bolognese, autore tra le altre sue opere, della ben nota " trilogia " de: " Il Mulino del Po "), anche se dimenticate, emarginate da una politica locale litigiosa ed inconcludente.

Sgarbi-LeonardoSgarbi-Leonardo

Vittorio con meno ... "sgarbi" rispetto al suo passato di ... conquistatore di " salotti bene " e di ogni presenza negli spettacoli di ogni importante rete televisiva, sta da alcuni anni girando in lungo ed in largo il nostro consunto " italico stivale ", per presentare o meglio divulgare alla sua maniera alcuni tra i piu' meritevoli uomini che hanno fatto "grande" il nostro Rinascimento. In questo periodo e' la volta dell'enigmatico ed ... " immenso " Leonardo da Vinci, nato per l'appunto in questa localita' oggi nell'aretino, e scomparso ad Amboise in terra d'Oltralpe.
Vittorio Sgarbi ...? Chi scrive e' suo conterraneo, ed ama definire lo Sgarbi come un "globtrotter" dello ... scibile umano, ma anche una sorta di fra' Gerolamo Savonarola dei nostri giorni (figlio di Rina, una casalinga, amante dell'arte, che sempre lo ha spronato, e di Giuseppe, gia' farmacista nel paese natio, e verso la fine dei suoi giorni, " gettonato " scrittore-saggista. Vittorio e' anche il fratello maggiore di Elisabetta, "Deus-ex machina" della Casa Editrice milanese: " La Nave di Teseo ", ideatrice de "La Milanesiana", ed anche "filmaker" di successo), dopo "archiviati" problemi di salute, tornato nella tonicita' di sempre, si presenta ora al pubblico, meno graffiante, piu' autoironico, mai ... " seduto ".

Sgarbi-LeonardoSgarbi-Leonardo

Nel'elegante cornice del Teatro Manzoni, nel pieno centro di Milano, gran teatro di proprieta' " berlusconiana ", lo Sgarbi, ha tenuto "cartellone" dal 19 al 24 marzo di questo anno 2019 che sul piano teatrale, come di consueto, a meta' maggio chiudera' i battenti, e come tutti gli altri teatri, poi riaprire ad ottobre dopo la lunga pausa estiva. Vittorio Sgarbi piu' ... " gatto sornione " che "leone ruggente" come un tempo, " arringa " piacevolmente quelli del pubblico che di volta in volta si ... rinnovano in platea ed in galleria, e gli stessi come diligenti ... " scolaretti " restano ... ammutoliti ed ammaliati dal suo ... " verbo " oltremodo scorrevole, che rende alla portata di ognuno la storia dell' Arte, per l'appunto quella con la " A " maiuscola.

Sgarbi-LeonardoSgarbi-Leonardo

Con un gruppo di colleghi e di colleghe, chi scrive, ha avuto modo di seguirlo all'interno della meravigliosa "giottesca" Cappella degli Scrovegni, in quel di Padova, dove Vittorio illustrava "passo dopo passo" gli stupendi affreschi. "Scorrazzando" qui e la' per il nostro "Belpaese", sempre chi scrive ha avuto modo di incontrarlo piu' volte, ed in nome dell' arte, interagire con lui, ricordando anche la nostra comune " ferraresita' ". Grazie a lui, sempre chi scrive, gli fece a Milano, un' intervista " originalissima ", che vedeva lo Sgarbi alla guida dell'allora sua fiammante ed anche rombante Mercedes-Benz, con al suo fianco la bella attrice Sabrina Colle, sua "eterna fidanzata" di sempre, e su di un sedile posteriore, lo scrivente, che munito di magnetofono, gli fece una sorta di "terzo grado" per conto di un noto quotidiano cattolico di informazione del mattino.
L'originalita' stava nel fatto che il tutto si svolgeva all'interno dell'ampio abitacolo della stessa auto, ma sopratutto il dotto Vittorio ebbe modo di continuamente ... girare in senso circolare per oltre una decina di volte e per tutta la durata dell'intervista stessa, tutt'intorno al Castello Sforzesco, al Parco Sempione, all'Arco della Pace nel largo ambito del Borgo degli Ortolani e nel Quartiere della Baldracca.

Sgarbi-LeonardoSgarbi-Leonardo

Ma torniamo ora ai nostri giorni, di questa nostra era " gialloverde ", che vede il deputato " forzista " Sgarbi, da qualche anno anche ... " esibirsi " sulle polverose tavole di molti palcoscenici italiani, che sostituiscono altrettanto ambite aule universitarie o vaste sale per seminari o simposi. Messer Leonardo, poliedrico autore di dipinti sublimi, di ancor attuali impianti idraulici, e per l'epoca cosi remota, ideatore, disegnatore e costruttore di macchine volanti e di macchine da guerra, e' oggi piu' che mai attualissimo, e non per nulla l'anno in corso ovvero questo 2019 ormai entrato nella brillante stagione del risveglio di Madrenatura, vede alacremente ... festeggiare i 500 anni che sono trascorsi dal momento della sua dipartita, sicche' a modo suo, anche l'intellettuale ferrarese ricorda questo genio del Rinascimento che in ogni dove, ha resa "grande" l'Italia, e qui naturalmente vi parliamo dei giorni in cui il nostro Paese inteso come Stato sovrano, non era ancora tale.
Basta recarsi nel " Cenacolo Vinciano " attiguo alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, in quel di Milano, per ammirare a dismisura la sua " Ultima Cena ". Ci vorra' tanta e tanta pazienza, in quanto le richieste telefoniche e " online " provengono non solo da ... " casa nostra " ma anche da ovunque nel mondo, e la gestione del tutto per chi ne ha le redini, e comprensibilmente non semplice, ma a nostro parere anche mal gestita.
Chi scrive e' stato piu' volte al Museo del " Louvre " a Parigi, dove tra le tante altre magnificenze ha ammirato e rimirato l'universalmente noto dipinto di Monna Lisa/ " Gioconda ". La Regina Elisabetta II d'Inghilterra e' la proprietaria dei dieci bozzetti preparatori dell' " Ultima Cena ", che sono raccolti nella Collezione reale del Castello di Windsor., mentre la " Biblioteca Ambrosiana " di Milano, possiede il famoso " Codice Atlantico ". Questo " genio " italiano, fu pittore, ingegnere, scienziato, ed altro ancora ... . persino i Navigli e le chiuse di Milano e della Lombardia, sono opera sua.

Sgarbi-LeonardoSgarbi-Leonardo

Le serate teatrali leonardesche curate da Sgarbi, avranno l'avvallo di un " leadwell " (n.d.a.: un grande schermo dietro le sue spalle), e di una " miniband " per l'occasione diretta dal Maestro Valentino Corvino, mentre le scene videografiche sono di Tommaso Arosio. Il 29 marzo lo spettacolo sara' nella sua Ferrara, al Cinema-Teatro Nuovo, poi il 3 aprile al teatro Colosseo di Torino, e con diverse altre date, per poi ... " approdare " e quindi chiudere proprio in quel della toscanissima Vinci, nella Piazza Garibaldi, che sara' senza ombra di dubbio, gremitissima.

Sgarbi-Leonardo

Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).