#229 - 27 ottobre 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Musica e Strumenti

Organizzato dall' Accademia Italiana del Flauto

Roma: Teatro Vascello - Teatro del Lido - Biblioteca Vaccheria Nardi

Flautissimo

XX edizione - Camminando a vista

È in programma a Roma, dal 23 ottobre al 9 dicembre 2018, la ventesima edizione di Flautissimo, il festival con la direzione artistica di Stefano Cioffi.

Al Teatro Vascello di Roma ad aprire il festival sarà Massimo Popolizio, accompagnato dalle musiche di Javier Girotto, con lo spettacolo “Toccare Le Nuvole” di Philippe Petite – prima assoluta -.
Il ricco programma, si concluderà il 9 dicembre al Palladium.
Flautissimo 2018, si conferma “festival diffuso” con la sua offerta di spettacolo innovativa e multidisciplinare, – concerti (classici, world e jazz), teatro, videoarte, reading – proposta in vari spazi della città come il Teatro Palladium, il Teatro Vascello, il Teatro del Lido e la Biblioteca Vaccheria Nardi.

Calendario

Teatro Vascello 23 ottobre 2018 ore 21.00
Toccare le nuvole di Philippe Petite – prima assoluta con Massimo Popolizio voce recitante
Musiche composte ed eseguite dal vivo da Javier Girotto fiati & electronics.

FlautissimoFlautissimo

Teatro Vascello 29 ottobre 2018 ore 21.00
La passeggiata di Robert Walser – prima assoluta con Roberto Herlitzka Musiche eseguite dal vivo da Alessandro Di Carlo clarinetto, Alberto Caponi violino, Donato Cedrone violoncello.

Teatro Vascello 4 novembre 2018 ore 18.00
La strada di Cormac McCarthy con Guglielmo Poggi, Stefano Cioffi, video e regia
musiche eseguite dal vivo da Francesco Berretti.

FlautissimoFlautissimo

Teatro Vascello 6 novembre 2018 (musica) ore 21.00
Face to face - Fabrizio Bosso tromba, Luciano Biondini fisarmonica.

Teatro Vascello 12 novembre 2018 ore 21.00
Noi e loro viaggio alla ricerca dell’identità perduta – prima esecuzione assoluta
Histoire du soldat in occasione del centenario della prima esecuzione – nuovo allestimento
testo originale francese di Charles Ramuz – musica di Igor Stravinskij
Massimo Wertmuller narratore - Alessandro Murzi direttore.

FlautissimoFlautissimo

Teatro Vascello 13 novembre 2018 (musica) ore 21.00
Shemà – prima assoluta - Poesie di Primo Levi cantate da Shulamit Ottolenghi
Musica di Frank London, tromba con Shai Bachar, pianoforte
In occasione dell’ottantesimo anniversario della promulgazione delle leggi razziali fasciste in Italia.

Teatro Vascello 25 novembre 2018 (musica) ore 18.00
Walking on the moon - Rita Marcotulli pianoforte - Israel Varela percussioni.

FlautissimoFlautissimo

Teatro Palladium 1 dicembre 2018 ore 17,30 e 2 dicembre 2018 ore 17,30
Gli alti e bassi di Biancaneve - favola per bambini e adulti, testo e regia Emma Dante
con Italia Carroccio, Davide Celona, Daniela Macaluso.

Teatro del Lido 7 dicembre 2018 ore 21.00 (musica)
Camminando a vista - Banda Ikona

Flautissimo

Teatro Palladium – Flautissimo Classica, sabato 8 e domenica 9 dicembre 2018

           Per maggiori informazioni consultare il sito www.flautissimo.it
Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).