#226 - 15 settembre 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rester in rete fino alla mezzanotte di venerdi 10 luglio, quando lascer il posto al numero 267. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c' la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
beni culturali e paesaggistici

Casola Valsenio
capitale internazionale della speleologia

Speleologia

SpeleologiaSpeleologia

Casola Valsenio il prossimo autunno ( 1 / 4 novembre ) sarà ancora una volta la capitale internazionale della speleologia. Un piccolo prodigio che prenderà forma grazie all'impegno e alla passione che tutta la cittadinanza e la comunità speleologica italiana, ma non solo, dedicano a questo evento.
Il raduno itinerante - nato come format e come luogo di incontro annuale agli inizi degli anni '80 - ritorna nelle cittadina romagnola amica degli speleologi, ribattezzata Speleopolis, con nuovi contenuti che si svilupperanno a partire dal titolo dell'incontro 2018, Nuvole.
Nuvole, perché la nuvola è movimento, perché fa parte del ciclo dell'acqua, le cui fonti e le cui vene percorrono la Terra. Nuvole, perché i partecipanti dell'incontro ogni anno si incrociano e si disperdono, partecipando a un incontro pienamente collaborativo e innovativo.

SpeleologiaSpeleologia

Molte delle iniziative in programma, infatti, saranno frutto delle proposte e dell'impegno degli stessi partecipanti, il tutto coordinato come sempre dal sapiente lavoro della locale Associazione culturale Speleopolis, organizzatrice dell'evento. Gli appuntamenti si sviluppano nei diversi spazi che Casola mette a disposizione, a partire dallo Speleobar, vero cuore pulsante della manifestazione, punto informale di incontro e confronto, distribuito nel centro del paese che per l'occasione diventa Speleopolis.

SpeleologiaSpeleologia

Al centro dei 4 giorni approfondimenti e spazi dedicati agli aspetti culturali, scientifici e di esplorazione della speleologia contemporanea. Saranno organizzati momenti per relazioni, mostre, installazioni, dedicati anche all'aspetto audiovisivo.
L'edizione di quest'anno ha inoltre riscosso un notevole interesse come occasione per la promozione del territorio, sia dal punto di vista turistico che dei prodotti di qualità offerti. Gli speleologi sono infatti un pubblico molto attento, capace di andare oltre la propria area di studio e di interesse. Saranno dunque presenti molte aziende del territorio, e sarà rappresentato il mondo della ceramica artistica “Terre di Faenza”.

SpeleologiaSpeleologia

Oltre a queste iniziative, saranno presenti molti ospiti di livello internazionale che animeranno i convegni di approfondimento dedicati, tra l'altro, a etica dell'esplorazione, cambiamento climatico, rapporto tra parchi e speleologia.
Nelle scorse edizioni hanno portato il loro contributo a Casola, solo per ricordarne alcuni, Fausto De Stefani, Kurt Diemberger, Franco Farinelli, Stefano Benni, Michele Pontrandolfo, Annibale Salsa.

Speleologia

                                www.speleopolis.org
AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero stato il mezzo pi sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ci che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille pu inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo cominciato senza l'uomo, e finir senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico , per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -