#219 - 26 maggio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 03 febbraio, quando lascerà  il posto al numero 323. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Editoriale

Orgoglio e superbia

di Dante Fasciolo

C’è una voce nel nostro vocabolario
che si presenta con alcuni sinonimi per dare
maggiore rilevanza e forza al suo essere comunicativo:
riservatezza, modestia, semplicità…
la parola è Umiltà…una potente gomma
capace di cancellare orgoglio e superbia.

Ma quanta superbia e quanto orgoglio circolino
tra le maglie della nostra società
è tangibile al punto tale che ciascuno di noi
ne viene abbracciato, contaminato, travolto
fino a condizionare modalità del pensiero,
poiché è così che si può essere della partita.

Illusione e vanagloria per milioni di comuni mortali;
cavalli al galoppo per prepotenti e condottieri
schierati in ogni dove per presunte difese,
mobilitati con cipiglio per castigare le offese,
gonfi di presuntuosi propositi per un bene a buon mercato,
volti e parole straripanti di sicumera ed inganni.

E’ questo il ritratto della nostra recente società,
è così ormai da un po' di tempo,
da quando generazioni senza memoria e senza pensiero
hanno imposto alla polis un modus vivendi
refrattario al giudizio, allergico al consiglio,
portatore per contro di un pesante bagaglio di iniquità.

Crediamo di essere al centro della vita,
ma siamo soltanto stretti in anguste stanze chiuse con chiavi
costruite da astuti, occulti architetti del male.
Non stanze di mattoni, ma spazi fisici di libera espressione:
ora è tempo di sentire la necessità di aprire ad orizzonti
dove poter contare veramente come persone
senza il bisogno di seguire i tanti Don Chisciotte
od essere irretiti da improvvisati Brancaleone…
armati di orgoglio e superbia, ma privi di umiltà.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.