#207 - 1 dicembre 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
turismo tempo libero

Speleologia a impatto zero

Premiato il tour virtuale dentro la grotta 'difficile'

in concomitanza con l'Anno Internazionale del Turismo Sostenibile

Speleologia a impatto zero

Non è facile parlare di turismo sostenibile in ambito speleologico.
Eppure ci sono idee e progetti che possono rendere accessibili a tutti anche le grotte difficili da esplorare.
È così che nasce il virtual tour dell'abisso "5 in condotta", scoperto solo cinque anni fa da altrettanti speleologi che hanno portato alla luce un reticolo di gallerie di ampie dimensioni e ambienti verticali per una lunghezza complessiva di 6 chilometri.

Speleologia a impatto zeroSpeleologia a impatto zero

Ci troviamo sulle pendici del Monte Secco, a Parre (provincia di Bergamo). Il tour virtuale - che consente l'esplorazione della grotta da qualunque dispositivo (compresi gli occhiali virtuali) e che utilizza una tecnologia molto simile a quella di Google Street View, resa possibile soprattutto grazie all'intervento di Piero Annoni (Google Trusted photographer) - è stato uno dei tre progetti premiati nell'ambito del concorso "Italia speleologica", promosso dalla Società speleologica italiana (Ssi).

Speleologia a impatto zeroSpeleologia a impatto zero

Il tema di questa edizione era proprio il turismo sostenibile. «Con questo premio intendiamo incentivare la diffusione di buone pratiche e studi scientifici, ma anche video e siti web che hanno protagonisti le grotte», spiega Vincenzo Martimucci, presidente Ssi. «Il concorso "Italia Speleologica" è in continua evoluzione.
Per migliorare sempre di più la divulgazione di questo tipo di iniziative stiamo infatti pensando di premiare, assicurando un contributo e la nostra collaborazione, i progetti prima siano effettivamente svolti e non "a consuntivo", come avviene adesso».
Una scelta non casuale, quella del tema.
L'Onu ha infatti indetto in questo 2017 l'Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo.

Speleologia a impatto zeroSpeleologia a impatto zero

Oltre al tour virtuale, che oltre a essere stato realizzato in modo volontaristico e senza fini di lucro permette di accedere a informazioni specifiche anche sulle singole stalattiti (basta un click), a completare il podio ci sono altri progetti.
Nel corso della cerimonia avvenuta a Finalborgo (Savona) in occasione del raduno internazionale di speleologia "FinalmenteSpeleo", sono state premiate altre due proposte di turismo sostenibile: un viaggio nei dettagli di un mondo da scoprire nelle grotte di Pertosa-Auletta (che prevede tra le altre cose corsi di formazioni per le guide) e il sentiero dei meno mille - Cai 1000 (si tratta di un percorso a tema speleologico sulle Apuane). A ciascuno dei tre progetti è stato consegnato un premio in denaro di 500 euro.

Speleologia a impatto zeroSpeleologia a impatto zero

Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).