#202 - 22 settembre 2017
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 03 febbraio, quando lascerà  il posto al numero 323. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Editoriale

Orizzonti

di Dante Fasciolo

Finito il tempo delle vacanze
ritornano puntuali i riti della vita quotidiana,
che, come i saldi di fine stagione,
si presentano densi di prospettive
e dispensatori di nuovi e brillanti orizzonti.

E’ davvero cosi?
Riprende la scuola:
trasferimenti rifiutati e cattedre vuote;
si affacciano vecchie malattie:
e c’è chi frena ancora le vaccinazioni;
aumentano i posti di lavoro,
paradosso, aumentano i disoccupati;
diminuiscono gli sbarchi di profughi,
aumentano le liti e gli intrichi;
le esigenze economiche
fanno a pugni con le politiche sociali;
ovunque lo scontro celebra
la sua supremazia.

Le brillanti prospettive che ogni stagione promette
cadono rovinosamente,
pretesti e maldestri interessi
iniettano veleni e tormentano ferite.
Eppure…eppure…

La rassegnazione dà segni di movimento;
la pigrizia mentale abbandona il letargo;
il risveglio è più netto ed attento;
gli errori ritrovano la giusta strada;
le proposte bocciate per capriccio e dispetto
sono lentamente recuperate al buon senso;
la vituperata Europa è ora vista
come possibile ultimo orizzonte
appagante per tutte e per ciascuna delle nazioni
che si apprestano, voto alla mano,
a costruire il futuro:
un egoista labirinto senza uscita,
o una federazione aperta ad una società
complessa si, ma affamata di nuovi orizzonti.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.