#190 - 14 aprile 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del giorno 12 giugno quando lascer il posto al numero 265 - BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, INSIEME... SORRISINI PER UN BREVE RELAX - "Cameriere, cos' questo insetto che fa il bagno nel mio bicchiere?" "Signore, qui si viene per bere e mangiare e non per studiare zoologia!" - "Cameriere, cosa avete di buono?" "La salute, signore: Grazie a Dio!" - Qual il polpo pi veloce del mare? Il Polposition! - Un bambino nel passeggino piange e urla in modo irritante: Il padre che lo accompagna, ogni tanto dice: "stai buono Andrea! Stai calmo, Andrea, controllati! ...un tale vedendo la scena dice: "Complimenti, lei è molto paziente nel modo di educare e trattare il suo piccolo!" "Guardi, - risponde lui irritato - Andrea sono io!" - Un'anziana signora ad una bambina "Se continui a fare tutte quelle smorfie resterai brutta tutta la vita" E la bimba: "Allora lei non era mai stata avvertita?" - Qual il colmo per un giardiniere? Cogliere ...l'occasione - Qual il colmo per un aviatore? Cogliere una frase al volo - "Lasciami stare - si raccomanda il libro di matematica al dizionario - ho un sacco di problemi!".
Editoriale

Risurrezione

di Dante Fasciolo

Milioni di sms, post sui social, telegrammi…
per non parlare di telefonate,
si rincorrono in ogni angolo del globo
per gli auguri di Pasqua.
Una festività principe per i cristiani,
meno sentita per altre popolazioni,
comunque accettata come festa del cuore
a cui si affidano parole di pace.
Eppure, per troppi uomini, donne e bambini,
questa festa appare bestemmia,
quasi un insulto alla drammaticità della loro vita
compressa tra bisogni e guerra.
L’anelito di una Risurrezione
alimenta le coscienze degli uomini
in affanno in questo tempo di negazioni,
e i giorni della Pasqua leniscono le ferite.
Sono sinceri gli auguri, più intimi gli amori,
più salde le relazioni di fratellanza,
il desco e l’incontro cementano
amcizia e sincerità…oggi, Pasqua Cristiana.
Domani il vortice dei giorni
senza memoria e senza volontà.
La conseitudine spinge al successo, al denaro…
l’interesse personale sprofonda nel pozzo dell’egoismo.
Siamo in molti a contraddire la Pasqua,
mentre inviamo auguri conditi di serenità;
e sono molti, troppi, coloro ai quali
la Pasqua e i suoi valori sono negati.
Se non iniziamo a lavorare perché
Pasqua sia tutti i giorni, per tutti gli uomini,
le parole e i messaggi che intrecciano
sono l’ultimo inganno alla nostra coscienza.

ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore è già in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, sia avrà la pace (J. Hendrix)