#187 - 18 marzo 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrŕ  in rete fino alla mezzanotte del giorno 12 giugno quando lascerŕ  il posto al numero 265 - BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, INSIEME... SORRISINI PER UN BREVE RELAX - "Cameriere, cos'ਠquesto insetto che fa il bagno nel mio bicchiere?" "Signore, qui si viene per bere e mangiare e non per studiare zoologia!" - "Cameriere, cosa avete di buono?" "La salute, signore: Grazie a Dio!" - Qual č il polpo piůą veloce del mare? Il Polposition! - Un bambino nel passeggino piange e urla in modo irritante: Il padre che lo accompagna, ogni tanto dice: "stai buono Andrea! Stai calmo, Andrea, controllati! ...un tale vedendo la scena dice: "Complimenti, lei è molto paziente nel modo di educare e trattare il suo piccolo!" "Guardi, - risponde lui irritato - Andrea sono io!" - Un'anziana signora ad una bambina "Se continui a fare tutte quelle smorfie resterai brutta tutta la vita" E la bimba: "Allora lei non era mai stata avvertita?" - Qual č¨ il colmo per un giardiniere? Cogliere ...l'occasione - Qual č¨ il colmo per un aviatore? Cogliere una frase al volo - "Lasciami stare - si raccomanda il libro di matematica al dizionario - ho un sacco di problemi!".
Editoriale

Vulcano

di Dante Fasciolo

Il grande spettacolo della natura
incanta ancora una volta con l’eruzione dell’Etna.
Gli scienziati hanno spiegato “l’esplosione freatica”:
l’incontro tra la lava bollente e la neve che si scioglie
formano sacche d’acqua che vaporizzano
producendo forti pressioni capaci di frantumare il magma.

Volano alti lapilli e sassi incandescenti…
e la fantasia di qualcuno tra i nostri pseudo politici
si sente subito investito di potere divinatorio
e annuncia una equivalente esplosione sulle piazze
del tumulto che cova nella dolente societĂ 
giustificandone portata e valore.

Che i recenti disastrosi terremoti
e ora il risveglio vulcanico siano segni precisi
di un’inquietudine del nostro profondo sottosuolo
non è facile da smentire e da contrastare,
possiamo solo osservare con rabbia e costernazione
ma non rinunciare al dovere dell’impegno.

Così dovrebbe anche essere per quanto attiene
alla nostra confusa e diffusa e contrapposta societĂ .

Dovere ed impegno: propositi ormai dimenticati
dalla maggior parte di chi dovrebbe applicarli,
per mandato politico ed amministrativo,
lungo direttrici democratiche e non demagogiche;
in un percorso concorrenziale sul piano delle idee
ove camminare insieme maggioranza e minoranza
senza usare ad ogni passo il manico d’ombrello
per sgambettare il rivale, dimenticando
che la lealtà in politica è fondamentale
per l’alternanza e il ricambio,
e che il gioco imbevuto di ideologismo,
faziosità, furbizie, bugie…diventa sterile e distruttivo:
tutto il contrario della ragionevolezza,
tesa al bene del paese e dei cittadini,
da costruire con dovere, impegno e consapevole lungimiranza.

ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore è già in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, sia avrà la pace (J. Hendrix)