#107 - 13 ottobre 2014
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 aprile, quando lascerà il posto al numero 260. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all’infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perché" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perché i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
conoscenza

Una convenzione tra il Comune di Nemi
e il Politecnico di Milano

Sito archeologico del Santuario di Diana

Scienza e tecnologia per la tutela
e la valorizzazione
ricostruzioni software tridimensionali dell'area

Sito archeologico del Santuario di DianaSito archeologico del Santuario di Diana

Il Comune di Nemi ospita una delegazione di docenti e ricercatori del Politecnico di Milano per proseguire l'opera di studio e valorizzazione dall' area archeologica del Santuario di Diana.
Questa collaborazione nasce da una convenzione che il Comune ha stipulato con il polo universitario italiano che, in virtù della convenzione stessa, mette a disposizione la professionalità e il know-how dei suoi studiosi, in tema di scienza e tecnologia, ai fini della tutela e della valorizzazione di questo importantissimo sito archeologico dei Castelli Romani, tornato recentemente agli onori della cronaca per i pregevoli ritrovamenti storici.

Sito archeologico del Santuario di DianaSito archeologico del Santuario di Diana

Tra i vari obiettivi di valorizzazione che l'amministrazione comunale di Nemi si pone, di concerto con gli esperti del Politecnico, c'è anche quello di realizzare delle ricostruzioni software tridimensionali dell'area.
Queste ultime saranno utili sia agli addetti ai lavori ai fini dello studio del sito, sia al visitatore per comprendere l'imponenza del luogo che, dagli ultimi dati, risulta essere il più grande del Lazio e tra i maggiori d'Europa.
Tutti i dati (come profondità, grado di umidità dei reperti archeologici ecc.) che emergeranno dall'osservazione accademica, saranno a disposizione, tramite l'amministrazione comunale, delle aziende e dei professionisti che ne faranno richiesta per opere di analisi e approfondimento.
In tal modo gli operatori del settore potranno anche elaborare un progetto di restauro senza la necessità di recarsi direttamente sul posto. "Il Comune di Nemi va fiero di aver sottoscritto questa convenzione con un polo universitario d'eccellenza come quello del Politecnico di Milano - dichiara il sindaco Alberto Bertucci - stiamo valutando proprio in queste ore l'opportunità di portare i risultati dello studio in corso al prossimo Expo di Milano".

Sito archeologico del Santuario di DianaSito archeologico del Santuario di Diana

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare)