#158 - 16 maggio 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Parchi e oasi dello spirito

In parallelo con il "Cammino del Perdono"

Lunghezza di Roma

Nostra Signora di Fatima

di Dante Fasciolo

Nostra Signora di FatimaNostra Signora di Fatima

Il Santuario di Nostra Signora di Fatima, curato dagli Oblati di Maria Vergine di Fatima che condividono la spiritualità e il carisma degli Oblati, vuole offrire alla Chiesa dei particolari servizi che si ispirano al carisma del Venerato P.Pio Bruno Lanteri (1759-1830), loro fondatore.

Nostra Signora di FatimaNostra Signora di Fatima

San Vittorino, pur facendo parte del Comune di Roma, è sotto la giurisdizione della Diocesi di Tivoli. E' situato nella zona est dell'urbe, non lontano da Villa Adriana.
Il borgo di origine medievale è caratterizzato dalla presenza di un castello di proprietà dei principi Barberini fin dal 1635. In questo luogo della campagna romana, sorge il Santuario.
Gli oblati erano presenti fin dal 1962 con una piccola chiesa e un seminario, ma nel 1971, incoraggiati dalla crescente devozione che si andava diffondendo tra i pellegrini, hanno iniziato la costruzione dell'attuale Santuario.

Nostra Signora di FatimaNostra Signora di Fatima

Il progetto dell'architetto Lorenzo Monardo ha immaginato una grande tenda distesa sui fedeli e proiettata verso l'alto; la costruzione venne inaugurata il 13 maggio 1979.
L'interno del Santuario è caratterizzato da una soffusa luminosità policroma determinata dalle vetrate opera del cappuccino Padre Ugolino da Belluno.

Nostra Signora di FatimaNostra Signora di Fatima

Al centro del Santuario, sul presbiterio, spicca il tabernacolo dorato, opera dello scultore milanese Montagutti, raffigurante l'angelo apparso ai tre pastorelli di Fatima che porge l'eucarestia. Ai suoi piedi in contemplazione, i piccoli Giacinta, Francesco e Lucia.
Lo scultore Airaldi Giovanni Battista, di Genova, ha realizzato il cristo che sembra voler abbracciare l'assemblea dei fedeli e l'immagine della Madonna che invita i fedeli alla preghiera.
Da ultimo, si ricorda la Via crucis in metallo realizzata dallo scultore Gabriele di Jagnocco. La zona circostante presenta resti dell'area archeologica di Gabii e della necropoli dell'Osteria dell'Osa.

Nostra Signora di FatimaNostra Signora di FatimaNostra Signora di FatimaNostra Signora di Fatima

Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).