#149 - 22 febbraio 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno 12 giugno quando lascerà  il posto al numero 265 - BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, INSIEME... SORRISINI PER UN BREVE RELAX - "Cameriere, cos'ਠquesto insetto che fa il bagno nel mio bicchiere?" "Signore, qui si viene per bere e mangiare e non per studiare zoologia!" - "Cameriere, cosa avete di buono?" "La salute, signore: Grazie a Dio!" - Qual è il polpo più¹ veloce del mare? Il Polposition! - Un bambino nel passeggino piange e urla in modo irritante: Il padre che lo accompagna, ogni tanto dice: "stai buono Andrea! Stai calmo, Andrea, controllati! ...un tale vedendo la scena dice: "Complimenti, lei è molto paziente nel modo di educare e trattare il suo piccolo!" "Guardi, - risponde lui irritato - Andrea sono io!" - Un'anziana signora ad una bambina "Se continui a fare tutte quelle smorfie resterai brutta tutta la vita" E la bimba: "Allora lei non era mai stata avvertita?" - Qual è¨ il colmo per un giardiniere? Cogliere ...l'occasione - Qual è¨ il colmo per un aviatore? Cogliere una frase al volo - "Lasciami stare - si raccomanda il libro di matematica al dizionario - ho un sacco di problemi!".
Editoriale

il filo

di Dante Fasciolo

C’è una foto qui accanto
che ha fatto il giro del mondo, premiata fra tante.
Furtivamente scattata in piena notte,
per testimoniare l’assurda condizione
di uomini donne e bambini in fuga verso una vita migliore.

Due mani tendono un piccolo corpo di bambino
verso altre mani che accolgono,
entrambi trepidanti di paura perché il passaggio è proibito
e l’aggrovigliato filo spinato lo ricorda:
vergogna recente, copia di un passato di negazioni.

Altre volte ci siamo soffermati sulle immagini
di lunghe file di immigrati in marcia;
stanchi, coperti di poveri indumenti,
trascinare bagagli e bimbi in braccio, e ogni volta
un groppo in gola ha fermato il nostro respiro.

Quanto può durare l’indignazione?
E quanto ancora l’indifferenza?
Migliaia di parole e promesse, idee e soluzioni,
scontri e accordi, si sono rincorsi nelle aule parlamentari
dei palazzi dei poteri nazionali ed internazionali.

Fra tanto, aumentano i morti in mare e in terra,
aumentano i profitti dei trafficanti di vario ordine,
e nuove masse di profughi lasciano le macerie delle loro case
sventrate dall’odio e dalle armi
che i popoli delle nuove barriere spinate hanno alimentato.

Uno spicchio di luna complice, ancora una foto sulla tragedia,
e ancora un groppo alla gola e un respiro mozzato;
cambieranno mai le parole? e le promesse diventeranno fatti?
Cresce una nuova consapevolezza:
Nessun filo spinato fermerà l’ultimo filo di speranza!

ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore è già in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, sia avrà la pace (J. Hendrix)