#148 - 15 febbraio 2016
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 31 marzo, quando lascerà  il posto al numero 327. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Editoriale

Incontro

di Dante Fasciolo

Il nefasto vento di guerra
alimenta i mulinelli di odio disseminati
su territori che non conoscono pace da anni.
E dietro parole irresponsabili dei grandi della terra
i mulinelli mutano in vortici di sangue.

A oriente ed occidente, est ed ovest, nord e sud,
interessi contrapposti, geopolitica complice,
avanzano rivendicazioni e giudizi incomprensibili
al senso comune del sentire, libero
dai fin troppo evidenti pregiudizi.

I morti di tutti i tempi per mano di Caino,
e ancor più i morti del secolo che abbiamo alle spalle,
sarebbero dovuti essere gli ultimi
testimoni della violenza dell’assurdo.
Oggi, di nuovo, l’orizzonte increspa di paura.

Speme ultima a morire.
Mentre gli arsenali lucidano gioielli di morte,
due uomini si incontrano, intrecciando due rotte,
e parole nuove, da sempre attese, irrompono decise
a frenare la deriva inconsistente di società malate.

“Siamo fratelli, e da questo concetto
devono essere guidate tutte le nostre azioni
reciproche e verso il mondo esterno”
parole commosse che segnano confini nuovi
nelle ingiallite pagine della storia dei popoli.

Oltre il comune lavoro
per illuminare la mente il cuore dell’uomo,
l’impegno della Chiesa è concentrato a raccordare
i 33 capitoli del comune intendere,
all’universale decalogo, unica vera grande rivoluzione
capace di rigenerare un nuovo umanesimo.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.