#139 - 9 novembre 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno 12 giugno quando lascerà  il posto al numero 265 - BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, INSIEME... SORRISINI PER UN BREVE RELAX - "Cameriere, cos'ਠquesto insetto che fa il bagno nel mio bicchiere?" "Signore, qui si viene per bere e mangiare e non per studiare zoologia!" - "Cameriere, cosa avete di buono?" "La salute, signore: Grazie a Dio!" - Qual è il polpo più¹ veloce del mare? Il Polposition! - Un bambino nel passeggino piange e urla in modo irritante: Il padre che lo accompagna, ogni tanto dice: "stai buono Andrea! Stai calmo, Andrea, controllati! ...un tale vedendo la scena dice: "Complimenti, lei è molto paziente nel modo di educare e trattare il suo piccolo!" "Guardi, - risponde lui irritato - Andrea sono io!" - Un'anziana signora ad una bambina "Se continui a fare tutte quelle smorfie resterai brutta tutta la vita" E la bimba: "Allora lei non era mai stata avvertita?" - Qual è¨ il colmo per un giardiniere? Cogliere ...l'occasione - Qual è¨ il colmo per un aviatore? Cogliere una frase al volo - "Lasciami stare - si raccomanda il libro di matematica al dizionario - ho un sacco di problemi!".
Editoriale

Il dio denaro

di Dante Fasciolo

C’è un lungo filo rosso che attraversa verticalmente
l’intera penisola italiana.
Da Milano a Palermo, passando per Roma,
c’è una parola che connota il lavoro
di infaticabili miserevoli personaggi,
una parola che rimbomba sinistramente: Corruzione.

Nasce dalla notte dei tempi e si perpetua
in ogni dove…ovunque è possibile lucrare
a danno di altri e della comunità.
Ma nell’anno 2000 questa piaga, questo tumore
è diventato metastasi nel tessuto delle amministrazioni pubbliche
e trascina tutto nel vortice senza scrupoli.

Una malintesa dottrina liberale
ha sciolto le briglie agli affaristi di turno
e imbizzarriti galoppi invadono praterie incontrollate di denaro.
Ragni velenosi tessono le loro reti ammaliatrici
e moltiplicano strumenti di violenza e di sottomissione
e rendono ciechi, ciechi di paura, chi dovrebbe controllare.

E il tarlo si è insinuato profondamente perfino dentro il Vaticano
al punto da mortificarne l’essenza morale e spirituale.
E proprio di lì, ora più che in precedenza, si eleva una voce,
alta ed autorevole, monito per tutti, credenti o meno,
contro la bramosia del potere e del denaro, strade maestre
che conducono alla devastazione della vita sociale.

Nell’assordante assuefazione della società civile,
il fermo e sofferto richiamo di Papa Francesco
alla vera vita e alla dignità dell’uomo
possa penetrare con forza nel cuore duro di tanti uomini
e scardinare il meccanismo diabolico
che li spinge a così brutale manipolazione delle proprie coscienze.

ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore è già in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, sia avrà la pace (J. Hendrix)