#352 - 1 giugno 2024
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Arte

Azzano (Bergamo)
Biblioteca dedicata all'artista

Franco Dotti

di Amanzio Possenti

Franco DottiFranco Dotti

Dedicare una biblioteca, luogo classico di cultura, ad un Artista di livello nazionale che ha trasferito la propria residenza da Bergamo, città natale, ad un comune dell’hinterland diventandone punto di riferimento per un’attività artistica di alto profilo, ha una duplice valenza: ricordare il personaggio - lo scultore Franco Dotti, già docente all’Artistico di Bergamo e deceduto anni fa - e far sì che la sua opera, facendo memoria dell’Autore, continui ad essere considerata nel valore che ha lasciato ai posteri.

Franco DottiFranco Dotti

Dotti ha donato se stesso all’arte come ad una ragione di vita, lavorando intensamente per molti anni nello studio-laboratorio di via Leonardo da Vinci ad Azzano e in precedenza in una chiesa sconsacrata locale dove spesso gli azzanesi venivano ad incontrarlo anche per una viva simpatia umana, tipicamente bergamasca che ne distingueva la sensibilità al valore dell’amicizia.

Franco Dotti

Ebbene sabato 25 maggio Azzano lo ha ricordato con la cerimonia di dedicazione della Biblioteca comunale che ha assunto la denominazione di Biblioteca Dotti, presenti le figlie Nicoletta e Roberta che da tempo dedicano memoria costruttiva a papà Dotti attraverso una Fondazione e il Museo Dotti, realizzato nella casa dove egli ha abitato e dove sono visibili le sue testimonianze scultoree.

Franco Dotti

Non si può dimenticare che grazie alla sua Arte nel segno dello spazio fu più volte invitato, spesso come unico italiano, ad esporre sue opere al Gran Palais di Parigi. Ma restano anche testimonianze importanti in Bergamo e in città lombarde in portali di chiese.
Ora Azzano ne fa doverosa memoria intitolandogli la Biblioteca.

Franco DottiFranco Dotti

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.