#348 - 16 marzo 2024
AAAAA ATTENZIONE questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte del 3 maggio quando lascerà il posto al numero 351. - BUONA LETTURA - ORA ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore è già  in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererà  l'amore per il potere, sia avrà  la pace (J. Hendrix)
Poesia

In via di Fontesecca...

... ho sentito suonare un clavicembalo

di Anna Manna

In via di Fontesecca
ho sentito suonare
un clavicembalo
note arcane
strane
mai sentite prima
forse esiste un’altra musica
a me sconosciuta...
Intorno c’era molta confusione
io non sapevo chi fosse a suonare
quale fosse la sua faccia
quale lingua parlava
ho soltanto sentito suonare
un’altra musica
in quel posto, a me prima
così familiare,
suonava con vivezza
era l’unica realtà di quel posto.
Era una notte calda
ed il calore mi penetrava nelle ginocchia
volevo ritrovare alcuni luoghi
e pensieri

ma, lontanissimi eppur presenti,
mi chiudevano le orecchie.

Invece le note superavano i passaggi a livello chiusi
le zone rosse dove non si transita,
aprivano i cancelli.
Ad un certo punto mi è parso di non riuscire più a camminare!
Ero inchiodata da una serenata
i piedi sul selciato erano massi.

Sentivo suonare qualcuno a via di Fontesecca,
senza capire chi fosse,
era una musica di poche note
eppure era un concerto
era un concerto e batteva sempre sullo stesso tasto.

Poi una fluida melodia mi ha invaso tutta
libera, ariosa e leggera...
Camminavo danzando
a via di Fontesecca
e intanto qualcuno
-ma chi era?-
in una stanza fresca
nell'oscurità
suonava un clavicembalo

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.