#278 - 21 gennaio 2021
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 23 aprile, quando lascerà  il posto al numero 284. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non sà ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità  e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
nuova poesia

Un commosso ricordo per la recente scomparsa
dell'architetto Filippo Parodi nostro collaboratore

Le cime di Filippo

Emozione e sentimento

Le cime di Filippo

Ha misurato passo passo l'altezza delle dolomiti; ha spalancato gli occhi
per un pieno di bellezza e di colori; ha lasciato echeggiare la sua voce
nelle gole delle amate montagne insieme al coro degli alpini;
ha trasfuso tutto ciò in versi e tele dipinte, espressione della sua tavolozza,
per offrire agli amici il piacere instancabile di penetrare emozioni e sentimenti
imprigionati segretamente e custoditi nel profondo del suo cuore.

Le cime di FilippoLe cime di Filippo

Ora Filippo può vedere le sue amate cime dalla prospettiva del Cielo,
può scrutare gli impenetrabili pertugi sfuggiti da terra,
può abbracciare in unico sguardo grandangolare le intere catene montuose
e spargere su di loro lacrime di felice commozione come mai... perle da
incastonare nel tessuto dei suoi versi e dei suoi colori che il vento
saprà adagiare sui prati verdi, sulle rocce rosate, sulle cime innevate...
nel tempo eterno della storia della terra. (df)

Le cime di Filippo

SONO STATO...
di Filippo Parodi

Ho fatto favolosi viaggi tra monti gelati
ho percorso sentieri bianchi e scalato picchi fatati,
ho inventato paesaggi a penna disegnati,
senza muovere un passo dal leggìo colorato
del mio tavolo sporco e invecchiato.
Sono stato nelle Dolomiti di Sesto
incantato dalle cime ballerine,
sono sceso oltre Cortina
per ammirare la "Sedia di Dio”
e infine in volo sulle Pale di Martino
per onorare il Velo.

Le cime di Filippo

PICCOLA LUNA
di Filippo Parodi

Piccola luna lontana, guardi rapita le ultima pennellate rosse
di tuo fratello Sole che sta calando dietro un orizzonte blu.
Il tuo alito bianco macchia il cielo già screziato
da nuvole leggere che carezzano le cime.
Stai ammirando un castello turrito, più noto dei più famosi manieri duecenteschi,
che lancia le sue torri verso il cielo, per la gioia degli scalatori
o per il godimento estetico degli amanti della montagna.

Le cime di FilippoLe cime di Filippo

L'Architetto che ha progettato il castello ha curato anche la direzione dei lavori,
attento alla cura dei particolari,
con il Gelo per spaccare e correggere, con il Vento per limare e lisciare.
Ha pensato anche ai colori predisponendo dolomia purissima
nei punti che al tramonto avrebbero ricevuto l'ultimo bacio del sole,
incendiandosi e illuminando la scena sempre nuova
e sempre diversa di una montagna incantata.

Le cime di Filippo

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.