#246 - 20 settembre 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del giorno 12 giugno quando lascer il posto al numero 265 - BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, INSIEME... SORRISINI PER UN BREVE RELAX - "Cameriere, cos' questo insetto che fa il bagno nel mio bicchiere?" "Signore, qui si viene per bere e mangiare e non per studiare zoologia!" - "Cameriere, cosa avete di buono?" "La salute, signore: Grazie a Dio!" - Qual il polpo pi veloce del mare? Il Polposition! - Un bambino nel passeggino piange e urla in modo irritante: Il padre che lo accompagna, ogni tanto dice: "stai buono Andrea! Stai calmo, Andrea, controllati! ...un tale vedendo la scena dice: "Complimenti, lei è molto paziente nel modo di educare e trattare il suo piccolo!" "Guardi, - risponde lui irritato - Andrea sono io!" - Un'anziana signora ad una bambina "Se continui a fare tutte quelle smorfie resterai brutta tutta la vita" E la bimba: "Allora lei non era mai stata avvertita?" - Qual il colmo per un giardiniere? Cogliere ...l'occasione - Qual il colmo per un aviatore? Cogliere una frase al volo - "Lasciami stare - si raccomanda il libro di matematica al dizionario - ho un sacco di problemi!".
Televisione

Televisione, gioia e dolore

Zapping

Frammenti semiseri di cronaca televisiva

di Luigi Capano

Dopo il relax dell’effimera pausa estiva – ma lo zapping quest’anno non si è riposato granché – riprendiamo la cronaca delle nostre avventate incursioni televisive tra un ghiacciolo e una coppa del nonno, inseparabili compagni dell’usurato telecomando.

ZappingZappingZapping

In queste ultime settimane la politica non ha dato scampo allo “zapper” (si perdoni il neologismo “agghiacciante”): ovunque non si è parlato d’altro, motivatamente s’intende, dato il frenetico succedersi degli avvenimenti.
Una giullarata del ministro leghista Salvini - tipica di un principiante della politica - ha resuscitato dal letto di morte una sinistra agonizzante, portandola rapidamente al governo. Mentre i Cinque Stelle - politicamente bisessuali- senza fare una piega, si sono sbrigativamente alleati col recente avversario.
Sullo sfondo di questa scena camaleontica, tipicamente italiana, abbiamo intravisto (e intraudito), a destra, lo scilinguagnolo tambureggiante dell’agguerrita Giorgia Meloni e le rianimate cuoia del Cavalier Berlusconi; a sinistra l’indefesso e recidivo Renzi tentare di sussurrare al poco sapido Zingaretti, “stai sereno”, e il “toscanaccio” potrebbe farcela anche stavolta (mentre scriviamo queste righe apprendiamo che il buon Renzi ha abbandonato il Pd) .

ZappingZapping

Qualche delitto di sangue ha lasciato tracce ancora durevoli nella memoria: l’assassinio, nel centro della Capitale, di un carabiniere ad opera di un tossicomane americano e l’ennesimo femminicidio perpetrato dal solito minus habens, come al solito ottusamente possessivo. Non riesce a passare inosservata l’involontaria connivenza di chi racconta in Tv o sulla carta stampata i fatti di cronaca nera, sempre attento, sembrerebbe, a non sciupare oltremisura la reputazione dell’assassino di turno. Non sarebbe più utile per tutti – se non altro per stroncare ogni velleità epidemica di emulazione - l’umiliazione mediatica di questi inutili beoti? Perché non tentare questa strada? Ma i legislatori e gli esecutori del diritto sembrano muoversi in altre direzioni…Siamo in uno stato di diritto: è il prevedibile mantra che chiude ogni questione.

ZappingZapping

A dieci anni dalla morte, Rai e Mediaset insieme, dedicano un’intera giornata al ricordo del celeberrimo Mike Bongiorno, il presentatore il cui nome è legato indissolubilmente alla storia della Televisione italiana di cui è considerato uno dei padri fondatori. Siamo cresciuti con il suo indimenticabile, avvincente telequiz Rischiatutto, con le sue piccole e grandi gaffe, con il suo contagioso “Allegriaaa!”, con le innumerevoli imitazioni che gli hanno tributato, nel corso dei decenni, gli intrattenitori di turno. Per paradosso, a quanti come noi non lo hanno mai conosciuto se non sul teleschermo la sua morte appare più illusoria del suo simulacro televisivo che percepiamo sempre vitale ed emotivamente vicino.

ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore è già in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, sia avrà la pace (J. Hendrix)