#110 - 10 novembre 2014
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascer il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo cos alto da giustificare metodi cos indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il pi piccolo degli animali una delle pi nobili virt che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuer a massacrare gli animali non conoscer ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo il pi crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Musica e Strumenti

Strumento musicale a fiato ad ancia doppia appartenente al gruppo dei legni.

lo strumento che da il "La" all'orchestra

oboe

di Giada Gentili

oboeoboe

Metti una sera a cena. Una casa nel centro storico di Roma. Una terrazza. Gente di cinema e di teatro. Si rivangano vecchi film.
Ne spunta fuori uno, sopra a tutti. "Anonimo Veneziano". Mai sentito. E' del 1970, diretto da Enrico Maria Salerno. "Ma non è un attore?", faccio io. Mi guardano stralunati, poi m'accorgo che sono la tipa più giovane del gruppo.
"Ce l'ho!", fa il padrone di casa, come se parlasse di una figurina introvabile.
"Vediamolo", risponde Pino Pallino. E vediamolo. dunque (una vecchia cassetta in vhs).
Dopo un'ora e mezza si riaccendono le luci.
"E' un'imitazione di Love story", faccio sempre io.
"E allora?", risponde una voce dal bagno.
"Le imitazioni sono brutte copie".
E si chiude la discussione.

oboeoboe

Tuttavia la colonna sonora mi ha colpito e a casa spulcio Wikipedia (i titoli di coda non li avevo visti). Sì, avevo riconosciuto il suono dell'oboe, uno strumento musicale che mi aveva sempre affascinato. L'òboe è uno strumento musicale a fiato ad ancia doppia appartenente al gruppo dei legni. Ha un suono leggero e assai penetrante. Di forma conica, è generalmente fatto di ebano (Dalbergia melanoxylon, noto anche come Grenadilla) o, meno frequentemente, di palissandro (Dalbergia nigra, chiamato spesso "legno di rosa" o "brazilian rosewood"). I tasti e la meccanica sono in metallo, generalmente alpacca argentata, nichelata o dorata.

oboeoboe

La nascita dell'oboe risale all'antichità. Ne è nota la presenza nell'antico Egitto, in Cina, Arabia e Grecia sotto forma di strumenti (ciaramelle e pifferi) che possiamo dire certamente progenitori dell'oboe. L'oboe che conosciamo oggi è l'erede di una lunga tradizione di strumenti ad ancia doppia. La sua importanza tra i fiati dell'orchestra barocca è testimoniata anche dal fatto che l'oboe dà il «La» agli altri strumenti dell'orchestra (su questo ci sono pareri discordanti: alcuni sostengono che dia il La perché nelle orchestre spesso sostituiva il violino, altri invece che dia il La perché è lo strumento di più difficile intonazione).
Per tornare al film : il brano diretto dal protagonista in chiusura, che nel film viene chiamato "Concerto in Do minore per oboe, archi e basso continuo" di Benedetto Marcello , in realtà è il "Concerto in Re minore per oboe, archi e basso continuo" di Alessandro Marcello, fratello più vecchio ma meno famoso di Benedetto (il quale tuttavia fece una trascrizione di tale concerto, come pure ne fece una – per clavicembalo – Johann Sebastian Bach). In particolare, si tratta del secondo di tre movimenti: l'Adagio. Divenuto celeberrimo anche grazie a questo film, qui trascritto e diretto da Giorgio Gaslini.

oboeoboe

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.