#212 - 24 febbraio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 10 luglio, quando lascerà  il posto al numero 267. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore è un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote è la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c'è la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: è questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
Teatro

In collaborazione con il Teatro Olimpico e con il
Festival Internazionale della Danza - Roma 2018

Teatro Argentina - Teatro Olimpico

Accademia Filarmonica in scena

di Eva Mari

Accademia Filarmonica in scenaAccademia Filarmonica in scena

Intensa l'attività dell'Accademia Filarmonica Romana nel mese di marzo:
Si inizia l'8 al Teatro Argentina con Histoire du soldat - Adieux à la guerre.
Peppe Servillo voce narrante, Ensemble Roma Sinfonietta Fabio Maestri direttore; musica di: Stravinskij, Petrassi, Panni.
Un classico del Novecento interpretato da un artista eclettico e imprevedibile, capace di dar vita ad una singolare lettura del capolavoro stravinskiano.

Accademia Filarmonica in scenaAccademia Filarmonica in scena

8-9-10 marzo, al Teatro Olimpico, è di scena Carmen:
“Ah, Carmen! Ma Carmen adorée!”.
Sulle ultime note dell’opera si chiude il sipario.
In palcoscenico inizia lo smontaggio delle scene. A poco a poco il personale e quanti altri hanno assistito allo spettacolo da dietro le quinte, vengono catturati dai fantasmi del dramma appena trascorso e man mano, un gesto, una frase, uno sguardo li spinge ad immedesimarsi in ognuno dei personaggi, per puro caso.
Musica di Georges Bizet; con Carmen Anbeta Toromani, Don Josè Amilcar Moret; Solisti e Corpo di Ballo Daniele Cipriani Entertainment

Accademia Filarmonica in scenaAccademia Filarmonica in scena

Infine, 10 e 11 marzo, al Teatro Olimpico, Mediterranea che si presenta non come un lavoro narrativo ma evocativo:
una vera circumnavigazione del Mediterraneo, attraverso la musica delle culture che vi si affacciano e che fanno viaggiare lo spettatore nello spazio e nel tempo.
Costruito con momenti d’insieme alternati a passi a due, il balletto si dipana mettendo in risalto forza giovanile e bellezza, energia e velocità.
Solisti e Corpo di Ballo Daniele Cipriani Entertainment
Musiche W.A. Mozart, G. Ligetti, G.P. da Palestrina.

Accademia Filarmonica in scenaAccademia Filarmonica in scena

       promozione@filarmonicaromana.org    www.filarmonicaromana.org
AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più¹ sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà  senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -