#205 - 4 novembre 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rester in rete fino alla mezzanotte di venerdi 10 luglio, quando lascer il posto al numero 267. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c' la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
Festival

Casa delle culture e della musica

Velletri Book Festival

Spazio ai nuovi libri e ai giovani autori

di certosino

Si conclude domenica 5 novembre, presso la restaurata Casa delle Culture e della Musica la prima edizione del “Velletri Book Festival", rganizzato dall'Agenzia Blink Eventi e Comunicazione e dalla Libreria Contromano, patrocinato dal Comune di Velletri, dalla Regione Lazio, dal Consorzio Bibliotecario dei Castelli Romani e dalla Fondart.

Velletri Book FestivalVelletri Book Festival

Il Festival - accolto nelle sale storiche dell'ex convento del Carmine, oggi sede della Biblioteca comunale, dei corsi di Laurea dell'Accademia delle Belle Arti e dell'Auditorium della musica - "è molto più di un festival letterario: è una manifestazione culturale dedicata ai libri e alla cultura in senso più generale.
La narrativa nazionale, con un’attenzione particolare all’editoria indipendente, sarà l’indiscussa protagonista della manifestazione.
Gli editori presenteranno le loro proposte e le giornate saranno scandite da numerosi eventi: incontri con scrittori e giornalisti, dibattiti, reading, proiezioni di documentari, mostre, degustazioni e letture animate per i più piccoli.

Velletri Book FestivalVelletri Book Festival

Il “Velletri Book Festival” vuole essere un punto di riferimento per gli operatori professionali e un importante progetto educativo dedicato alla promozione della lettura, in particolare tra i giovani. A tal proposito il Festival ha riservato uno spazio importante agli studenti dell’istituto 'Cesare Battisti' di Velletri che sono stati coinvolti nell’organizzazione attraverso percorsi di alternanza scuola-lavoro. Per i piccoli visitatori attività di invito alla lettura e laboratori sensoriali creativi per stimolare interesse e familiarità con il mondo dei libri.

Velletri Book FestivalVelletri Book Festival

Nei tre giorni della manifestazione sono previste visite guidate ai siti storici della città, i ristoratori accoglieranno gli ospiti con menù tipici. In barba alla crisi che spesso i giornali annunciano per il mondo dell'editoria, i Festival letterari aumentano ogni anno, accogliendo sempre un maggior numero di visitatori e diventando appuntamenti fissi per le città che li ospitano. Ed è proprio questo uno degli obiettivi del “Velletri Book Festival”, diventare un importante appuntamento culturale non solo per la città di Velletri ma per tutto il territorio dei Castelli Romani.

Velletri Book FestivalVelletri Book Festival

Un’opportunità per conferire il giusto riconoscimento ad un territorio che troppo spesso viene apprezzato solo per la buona cucina e poco per il suo patrimonio culturale.
Il “Velletri Book Festival” è una festa nella quale l’amore per la lettura e la scrittura si contamina con tutte quelle forme d’arte che contribuiscono a narrare una storia. Uno spazio per chi scrive, chi legge e chi edita, affinché la letteratura si avvicini a tutti e divenga strumento di conoscenza e di crescita.

Velletri Book FestivalVelletri Book Festival

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero stato il mezzo pi sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ci che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille pu inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo cominciato senza l'uomo, e finir senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico , per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -