#172 - 12 novembre 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rester in rete fino alla mezzanotte di venerdi 10 luglio, quando lascer il posto al numero 267. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c' la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
Fumetto

...un malessere del tempo presente

Cuori Grassi

di Giada Gentili

Cuori GrassiCuori Grassi

Il fumetto, inventato da Mauro Talarico, è incentrato sulle disavventure del giovane Rocco Bonetti, adolescente (16 anni) sovrappeso ossessionato dalla propria obesità, che si impegna e lotta per raggiungere una forma fisica ottimale ma inevitabilmente capitola in prossimità di prelibatezze e leccornie. Il fumetto ruota quindi intorno ai tanti leitmotiv dell'essere sovrappeso, dalle diete allo sport, dal confronto con la bilancia alle derisioni dei compagni di scuola, dalle difficoltà relative all'abbigliamento ai piccoli handicap legati all'obesità alle inibizioni nel mostrare il proprio fisico.

Cuori Grassi

Tra i comprimari del fumetto vi sono la famiglia di Rocco (ostello di inevitabili battibecchi e contrasti generazionali), i compagni di scuola (che gli vogliono bene ma sono inflessibili nell'ironizzare sul suo grasso in eccesso) e la sua magica bilancia pesapersone, con cui il protagonista dialoga amabilmente e che cerca di sostenerlo nelle sue scelte.

Cuori Grassi

La bilancia si personifica in varie occasioni materializzandosi in Marylin, una bella ragazza bionda innamorata del protagonista (che la ricambia) ma inflessibile nello scoprire e punire i suoi tradimenti alimentari tra pizze alla nutella, calzoni e dolci.

Cuori Grassi

Cuori grassi descrive quindi le divertenti disavventure del protagonista ed il suo "dramma" dell'obesità in un più generale contesto-metafora del generico disagio adolescenziale.
Il fumetto è ben disegnato, con un tratto pulito ed elegante, forte di un umorismo divertente che riesce a dare vita ad innumerevoli riuscite variazioni sul tema.

Cuori Grassi

Io su questo tema dell'...obesità, non vorrei spendere ironie o parole inutili. Salvo dire questo: che su certi argomenti (anche difficili), l'ironia continua ad apparirmi la migliore arma per parlarne in completa libertà (e cito spesso il film di Benigni "La vita è bella"....anche se il furbetto lo ha copicchiato da "Tren de vie" di Radu Mihăileanu).

Cuori Grassi

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero stato il mezzo pi sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ci che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille pu inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo cominciato senza l'uomo, e finir senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico , per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -