#149 - 22 febbraio 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 15 febbraio, quando lascerà il posto al numero 236. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi : AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Fumetto

All'interno di "Geppo"

Un fumetto goloso

Mago Merlotto

di Giada Gentili

Anche i fumetti mangiano? Sì... Il cibo, nei fumetti, assume finalità diverse dal semplice nutrimento.
Basti pensare a Popeye, che senza spinaci sarebbe solo un semplice marinaio costretto a subire continue soperchierie e non il forzuto maciste capace di salvare Olivia e tutti i bisognosi dalle situazioni maramaldesche in cui si cacciano.
Sulla stessa linea le arachidi che trasformano il goffo Pippo in Superpippo, l’eroe che vola in pigiama di flanella rossa.
Un altro filone è quello del cibo vivente e irraggiungibile, rappresentato dall’eterna rincorsa di Wile E. Coyote all’agognato Beep Beep, dagli infruttuosi tranelli organizzati da Gargamella ai danni dei Puffi e da Tom ai danni di Jerry.

Mago MerlottoMago Merlotto

Dagli spinaci di Braccio di Ferro alle noccioline di Super Pippo, dalla naftalina (che naftalina non era) di Eta Beta ai cinghiali arrosto di Obelix, la mostra Anche i fumetti mangiano è stato l’omaggio al Tema di Expo Milano 2015 di Cartoomics, la grande fiera dell’arte della fantasia a Milano, Rho Fiera, dal 13 al 15 marzo.
Intorno alla mostra c'è l’annuale girandola di appuntamenti nelle aree dedicate al fumetto (con decine di case editrici che presentano le loro novità con autori di punta), al cinema, alla fantascienza, al fantasy, ai cosplay, allo sport e ai tornei di giochi da tavolo e videogame.

Mago MerlottoMago Merlotto

Mago Merlotto è un fumetto italiano pubblicato a partire dall'inizio degli anni sessanta. Il personaggio, di cui era creatore Pierluigi Sangalli e che in seguito avrà come autori anche Sandro Dossi e Mario Sbattella, è comparso come protagonista di storie autonome all'interno di Geppo dove è stato pubblicato sino ai primi anni novanta, e di numerosi periodici della casa editrice.
Il mago Melotto, è un mago, molto strano però. Infatti non è un mago molto abile e dai poteri incredibili, bensì è un mago pasticcione e distratto. Molte volte fa guai, ad esempio quando la gente di un villaggio gli aveva chiesto di far piovere per far sì che i loro campi diventino fertili lui con un incantesimo fece diluviare e distruggere tutto.
Il mago è sempre accompagnato da il suo gufo Filomeno, più attento rispetto a Merlotto, e aiuta molte volte il mago ad uscire dai guai. Merlotto è anche un golosone, infatti vuole sempre mangiare, soprattutto la pastasciutta che è il suo piatto preferito. Egli infatti a volte in cambio di un incantesimo richiesto vuole come prezzo una paga"gastronomica".

AFORISMI - Vivi come puoi, da momento che non puoi vivere come vorresti (Cecilio Stazio) - Perdiamo i tre quarti di noi stessi per essere come le altre persone (A. Schopenhauer) - La cultura è l'unico bene dell'umanità che, diviso tra tutti, anzichè diminuire diventa più grande (H.G. Gadamer) - La gentilezza è il linguafggio che il sordo può sentire e il cieco può vedere (M. Twain) - L'immaginazione è la prima fonte della felicità umana (G. Leopardi) - L'ignoranza è un vizio (Talete) - Se la pensi come la maggioranza il tuo pensiero diventa superfluo (P. Valéry)