#145 - 18 gennaio 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Cultura e Società

Dal primo martedì di ogni mese, in edicola per tutto il mese

Luoghi dell'Infinito

Alla ricerca di un Volto

Dall’ottobre del 1997 il mensile di “Avvenire”
percorre le vie della bellezza

Alla ricerca di un VoltoAlla ricerca di un Volto

La nostra speranza – afferma Mons. Cesare Nosiglia Arcivescovo di Torino nella nota affidata a Luoghi dell’Infinitosta, prima di tutto, nella bellezza. Perchè la bellezza è un territorio dove possiamo davvero incontrare anche gli “altri”, le culture diverse, le esperienze di popoli differenti; nella bellezza posiamo riconoscere i tratti comuni, e le comuni aspirazioni per relazioni sociali più giuste e più solidali.

Alla ricerca di un VoltoAlla ricerca di un Volto

Sono parole che si affiancano a quelle che da molto tempo Papa Francesco pone a tutti noi come momento di riflessione e di azione: l’invito ad operare per un nuovo umanesimo per riscoprire che l’incontro d’amore fra gli uomini del nostro tempo è possibile.
Occorre porre maggiore impegno nell’ascolto, è dunque l’auspicio, perché ascoltare l’uomo significa vedere la bellezza di ciò che c’è, nella speranza di ciò che ancora può avvenire; consapevoli altresì che ogni incontro è la scoperta di quel Volto di Cristo che è segno di bellezza universale, non solo per i cristiani.

Alla ricerca di un VoltoAlla ricerca di un Volto

E se è vero che la pittura, la scultura, la musica, la letteratura, il cinema hanno nei secoli lasciato tracce indelebili nel rivelarci il volto della bellezza e del pensiero divino, è pur vero che tracce nuove vanno costruite e cercate e rimarcate dentro la modernità, le tecnologie e le complessità che caratterizzano la vita contemporanea.

Alla ricerca di un VoltoAlla ricerca di un Volto

Anche perché di tracce dinuovo umanesimoabbiamo bisogno, nelle nostre vite quotidiane. – conclude NosigliaLa gioia della Fede vissuta si confronta anche, come ben sappiamo, con le emergenze di una società che, in nome di un certo tipo di progresso, sta creando diseguaglianze profonde tra i cittadini; una società che sembra aver dimenticato le lezioni della migrazione e della povertà.

Alla ricerca di un VoltoAlla ricerca di un Volto

Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).